Pubblicato il 28-05-2009 00:14
in Interviste | Visto 2.241 volte

A tu per tu con Sana

Fotografia come Riflessione

A tu per tu con Sana

Foto di Sana

Alcune domande per conoscere meglio la personalità della fotografa...

Un aggettivo che descriva il suo tipo di fotografia...

Riflessiva! Osservo ciò che mi sta intorno, rifletto, poi elaboro e, filtrando con dei concetti formati dalle esperienze vissute ed attuali, scatto!!

Com'è nata la sua passione?

Mio padre mi ha trasmesso la passione e mi ha fatto scattare la scintilla, alla quale è seguito un approfondimento attraverso gli studi di arti visive come pittura, grafica e fotografia.

Quanti scatti in media realizza prima di scegliere la versione
definitiva del soggetto che vuole fotografare?


Non esistono delle cifre ben precise; tutto dipende dal soggetto e dalla situazione: a volte non c'è tempo per più di un scatto, a volte mi fermo troppo a scattare quando è buono il primo scatto.
Non mi sento soddisfatta finché non ho la certezza di aver raggiunto quello che avevo in mente.

Di che cosa ha bisogno per fotografare?

E' un insieme di valori e stimoli che provoca la reazione di guardare nel mirino e bloccare l'attimo: lo sguardo intenso di una persona, un’emozione, la curiosità, una situazione bizzarra, un miscuglio di linee architettoniche, un momento unico...o qualcosa che ancora non conosco..

Secondo lei, la Fotografia è Arte?

Certo! E mi dispiace che tanti non lo considerino ancora come un fatto reale..
..la Fotografia è un' Arte con tantissime possibilità di espressione ed ogni volta è molto personale.

Libertà è Parola

LIBERTÀ E' PAROLA - #civediamoasettembre

#LIBERIDIRACCONTARCI non è solo un titolo, ma una presa di posizione che come Libertà è Parola abbiamo voluto portare avanti, anche durante mesi...

Più visti