Pubblicità

Pubblicato il 15-06-2021 18:43
in Corsi | Visto 3.431 volte

Stereotipi di genere: no, grazie

Al via a luglio un laboratorio dedicato ai docenti che propone un percorso innovativo finalizzato a ragionare sugli stereotipi di genere e le modalità del loro contrasto

Stereotipi di genere: no, grazie

panchina urlante a Valdagno, realizzata da Chiara Magonara

Sono già oltre una ventina gli insegnanti del Bassanese che hanno aderito al laboratorio “Il corpo oltre l’immaginabile”, un percorso innovativo dedicato ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado finalizzato a ragionare insieme sugli stereotipi di genere.
Promosso dall’associazione QuestaCittà con il Centro Antiviolenza Spazio Donna e finanziato dalla Regione Veneto in collaborazione con i Centri antiviolenza di Belluno e Padova, organizzato con il Comune di Bassano tramite Operaestate Festival e collocato all'interno del progetto "Youth 4 Equality" il percorso prevede tre incontri (nei giorni 22, 23 e 24 luglio, dalle ore 9 alle ore 12) con ritrovo ai Giardini Parolini.
“Youth 4 Equality” è un progetto di prevenzione e contrasto alla violenza di genere il cui obiettivo generale è favorire la costruzione di relazioni positive basate sul riconoscimento della diversità di genere e su consapevolezza e valorizzazione delle differenze tra i sessi, opera affinché si instaurino relazioni sane attraverso la promozione di una cultura della non violenza. Il progetto nasce dalla necessità di proporre alle nuove generazioni modelli educativi che tengano conto delle loro specificità in quanto ragazzi e ragazze, e che educhi alla relazione paritaria e rispettosa.
La violenza rivolta alle donne colpisce anche coppie giovani e molto giovani ed è fondamentale intervenire sin da subito sia per la prevenzione del fenomeno, sia per il contrasto a ogni forma di violenza.
La proposta del laboratorio include pratiche artistiche condotte dall'artista visiva Sara Lando e pratiche fisiche condotte dalle artiste della danza Giovanna Garzotto ed Elena Sgarbossa, intervallate da momenti di discussione, scambio e confronto tra i partecipanti e le esperte.
Il progetto nasce dall'idea che gli insegnanti abbiano un ruolo chiave per aiutare e sostenere le ragazze e i ragazzi a uscire dagli stereotipi di genere, da qui la collaborazione tra Spazio Donna e Operaestate per affrontare il tema in maniera inedita, utilizzando approcci tipici del mondo artistico. Sarà l'occasione per far emergere bisogni, criticità e necessità del mondo della scuola in questo ambito.
Il corso è gratuito, il numero dei posti è limitato per permettere di lavorare al meglio e in sicurezza. Le iscrizioni sono aperte fino al raggiungimento del numero massimo dei partecipanti e si effettuano compilando il modulo che si trova nella sezione News del sito di Operaestate Festival o sulla pagina Facebook di Spazio Donna.

Pubblicità

MostraOpera Estate

Ultimora

Più visti