Pubblicità

Pubblicato il 16-05-2021 18:45
in Calcio | Visto 2.247 volte

Primo hurrà

I giallorossi escono dal buco nero con una vittoria importante. Decidono l’incontro Bounafaa e Guccione con una rete per tempo.

Primo hurrà

Domenica il Bassano osserverà il proprio turno di riposo

Le notizie più rilevanti arrivano prima del fischio d’inizio. La prima. Il presidentissimo Fabio Camapagnolo ha rilanciato per la prossima stagione, rimarrà alla guida della formazione di Bassano del Grappa. La seconda. Francesco Maino è stato di fatto confermato alla guida comunque vada questo mini campionato. Terzo. Si cercherà di costruire una squadra per puntare alla serie D. Pertanto il match con lo Schio diventa ulteriormente importante. I giallorossi devono risalire la classifica e i giocatori devono vivere questa parentesi primaverile come un modo per giocarsi la riconferma per la stagione che verrà. Il resto è cronaca con i giallorossi che superano lo Schio al termine di un match equilibrato e lottato. I primi tre punti del 2021 restituiscono quella serenità e convinzione che erano andate progressivamente polverizzandosi a causa dell’avvio a dir poco balbettante.

Per centrare i tre punti scendono in campo Gottin in porta, Gheno, Pellizzer, Nikolic e Rossi in difesa; Carraro, Falchetto e Peotta in mediana; Bounafaa, Guccione e Tescaro di punta. La scarsità di risultati non sembra condizionare la squadra, almeno inizialmente i giallorossi pigiano sull’acceleratore. Ben presto però i problemi evidenziati nelle gare precedenti emergono, almeno sul piano dell’autostima e della convinzione nel fare le cose. I ragazzi di Maino tengono il campo ma non riescono ad essere realmente pericolosi giocando di squadra. Lo Schio gioca meglio il pallone in mezzo al campo però di fatto è pericoloso solo in contropiede con Lovato sulla corsia mancina. Il gol che sblocca la contesa arriva al 41’ gran cross di Guccione per Bounafaa che tutto solo insacca di testa. Il match rimane comunque in equilibrio per tutta la ripresa. Lo Schio inserisce pesi massimi nel reparto offensivo per cercare di riaprire la contesa e i padroni di casa gestiscono bene la situazione, specie con l’ingresso di Xamin poi coadiuvato da Gusella. Al tramonto del match però la tensione inizia a farsi sentire, non tutti rientrano come dovrebbero e si rischia grosso sui soliti Lovato e Pilan. Ci pensa allora Xamin a mandare in porta Guccione al 94’. Il centravanti aspetta il movimento del bassanese Bortignon per batterlo siglando così il 2 a 0.

    Pubblicità

    Mostra

    Più visti