Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 08-10-2018 19:27
in Calcio | Visto 375 volte
 

O coppa mia. Sfida spartiacque

La formazione bassanese si è qualificata per le fasi finali della Coppa Veneto. Cinque partite, si comincia mercoledì a Fontaniva, per strappare il passa per la Promozione. Maino alimenta l’attesa e chiede ai suoi di continuare a migliorare

 O coppa mia. Sfida spartiacque

È tutto pronto per la trasferta a Fontaniva

Il Bassano infila la seconda vittoria consecutiva, senza brillare a lungo ma dimostrando una certa propensione alla battaglia e al sacrificio. Francesco Maino non si accontenta, non può accontentarsi per dare l’esempio. In fin dei conti un paio di bastonate non da ridere i giallorossi in questo inizio di stagione le hanno già prese sui denti. E il Bassano è una squadra chiamata a fare molto: “Abbiamo disputato un buon primo tempo. Anche se potevamo fare almeno un gol in più mi è piaciuto l’atteggiamento propositivo. La ripresa invece è stata diversa, faccio fatica io stesso a capire. Sono più propenso a credere ci sia stato un calo mentale anche se durante l’intervallo avevamo concordato sul fatto che il 2 a 0 non metteva al riparo da nulla. Forse anche i cambi hanno un po’ scombussolato la squadra ma sul 2 a 0 avevo il dovere di dare minutaggio anche ad altri ragazzi che meritano di giocare perché sono bravi e ci saranno utili. Alla ripresa degli allenamenti ci confronteremo. In ogni caso alla squadra non posso rimproverare nulla sul profilo della determinazione e della rabbia. E direi anche dell’orgoglio. Ve lo posso garantire, io li vedo sudare durante tutta la settimana”.

Gara secca. Mercoledì sera è previsto il primo spartiacque stagionale, partita unica in coppa Veneto in casa della Fontanivese. L’eliminazione diretta rende tutto più emozionante, in palio il proseguo in un torneo che rappresenta una scorciatoia per salire di categoria: “Noi riteniamo la coppa forse più importante del campionato perché ci sono cinque partite che conducono in paradiso. Il Treviso l’anno scorso è arrivato secondo ma avendo vinto la Coppa è stato il primo dei ripescati. Ogni anno chi vince la coppa viene poi promosso senza neanche fare i playoff. Per il nostro cammino e la nostra maturazione è un passaggio fondamentale. Rispetto a quando abbiamo iniziato abbiamo meno paura e siamo cresciuti sul piano fisico e del gioco. Probabilmente effettuerò alcuni cambi perché ho una rosa profonda ed avere gente fresca è fondamentale”. In dubbio per la partita Xamin. Il regista ha una caviglia gonfia a causa di una contusione. In ogni caso Comarin è pronto e finora è stato uno dei migliori della comitiva giallorossa.

    Più visti