Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 07-08-2010 12:04
in Attualità | Visto 3.647 volte

Silvia Pasinato: “Da Mussolente carenza di informazioni”

Il Comune di Cassola respinge l'adesione a “Fiere del Grappa” e il sindaco, socio della nuova srl “Bassano Fiere”, ne spiega i motivi. “Se qualcuno ritiene Cassola una colonia di Mussolente si sbaglia di grosso”

Silvia Pasinato: “Da Mussolente carenza di informazioni”

Il sindaco di Cassola Silvia Pasinato: "Riserve sulla composizione del nuovo Cda di Fiere del Grappa e sulla situazione debitoria della società"

Per chiarire ufficialmente la sua posizione ha aspettato più di due settimane. Ora Silvia Pasinato, sindaco di Cassola, interviene finalmente sulla questione “Fiere del Grappa - Bassano Fiere” che ha scosso la tranquilla estate dell'economia pedemontana e agitato soprattutto le acque dell'Unione dei Comuni di Cassola e Mussolente.
Come riferito in anteprima da Bassanonet il 23 luglio scorso (si legga: notizie.bassanonet.it/attualita/6547.html) nel nostro territorio è sorto un nuovo ente fieristico: si chiama “Bassano Fiere Srl”, è presieduto dall'ex presidente degli Artigiani Efren Merlo e tra i suoi soci, in forma privata, compare anche il primo cittadino di Cassola.
Un dettaglio, quest'ultimo, non da poco: per mesi, infatti, era stata annunciata la possibile partecipazione del Comune di Cassola alla compagine societaria di “Fiere del Grappa Srl”, la società a capitale misto pubblico-privato deputata alla gestione delle Fiere di Mussolente e di cui fa parte il Comune di Mussolente medesimo.
La novità di “Bassano Fiere” era emersa in un'interrogazione al sindaco di Mussolente del consigliere comunale misquilese Luigino Giusto il quale, tra le altre cose, definiva la nuova società come “sicuramente prossima concorrente di quella in cui è entrato in partecipazione il nostro Comune”.
Sulla questione è seguito un fuoco e fiamme di interventi da parte di vari esponenti dell'Amministrazione di Mussolente.
Oggi il sindaco di Cassola Pasinato, richiamandosi “alle ripetute dichiarazioni, apparse sulla stampa, rilasciate da parte dell’opposizione consigliare come di esponenti della maggioranza del comune di Mussolente”, ha diffuso un comunicato in cui “vuole precisare alcuni elementi che ritiene necessari per una corretta comprensione dei fatti, ritenendo quanto divulgato finora scorretto e infondato”.
Riportiamo qui sotto il testo integrale della nota del sindaco di Cassola:

“L’amministrazione di Cassola ha ripetutamente manifestato la volontà e la disponibilità concreta ad entrare a far parte delle Fiere del Grappa srl, impegnandosi anche a portare operatori economici di Cassola desiderosi di farvi parte, nonché con atti formali, stanziando in bilancio (Consiglio comunale del 22.04.2010) la somma necessaria per la quota societaria. Una disponibilità, quella del sindaco di Cassola, alla quale diversi esponenti dell’Amministrazione di Mussolente hanno dato il loto assenso e la loro piena condivisione.
Pertanto, posto che la struttura societaria nata è apparsa fin dall’inizio come srl a capitale privato, più volte ho chiesto di poter essere informata sulla composizione della nuova cordata societaria.
Inoltre, ripetutamente, ho manifestato anche il desiderio di conoscere l’esatta posizione debitoria della precedente gestione e il modo nel quale questa posizione sarebbe stata valutata dalla nuova gestione.
Fin da subito ho, anche in ragione di ciò, manifestato alcune riserve, condivise a parole anche dagli amministratori di Mussolente, anche in merito alla composizione del nuovo Cda delle Fiere del Grappa, sul quale erano trapelate le prime indiscrezioni.
Ma a fronte della manifestazione di queste perplessità, nello scorso mese di maggio è giunta improvvisa la nomina del nuovo Cda e la contemporanea decisione di accollare i debiti pregressi della vecchia gestione al nuovo soggetto fieristico (Fiere del Grappa srl).
Dinnanzi a questa situazione, l’Amministrazione di Cassola non poteva aderire alle nuove Fiere a meno di non correre il rischio di danneggiare direttamente il proprio comune.
Peraltro, dopo il ritiro durante il consiglio comunale di Cassola del 19.05.2010 del punto relativo all’adesione del comune alle Fiere del Grappa srl, motivato dal fatto che la documentazione non era pervenuta e che non vi erano informazioni sufficienti per analizzare l’adesione e anche in ragione delle perplessità rilevate, nessuna comunicazione o documentazione richiesta dal comune di Cassola perveniva da parte di Mussolente.
Per questo motivo alcuni esponenti dell’Amministrazione di Cassola hanno ritenuto di poter aderire alle costituende Bassano Fiere. Tutto ciò, va ribadito, in carenza più completa e assoluta di informazioni da parte di Mussolente.
La speranza, ora, è che questa vicenda venga ricondotta a ragionevolezza e sincerità, tanto più che se qualcuno ritiene Cassola una colonia di Mussolente si sbaglia di grosso.
Ora, per Cassola, si profila l’esigenza di andare avanti e di fare le scelte migliori per i propri cittadini e per quelli di Mussolente, accantonando disguidi o intromissioni da parte di soggetti terzi.
Se però così non dovesse essere, ci si riserverà di rendere pubblici tutti i particolari della vicenda, così da argomentare con esattezza tutte le affermazioni fatte.

Silvia Pasinato
Sindaco di Cassola”

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti