Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 22-07-2009 21:18
in Cronaca | Visto 4.487 volte

Arrestato grazie all'elicottero

Braccato e bloccato dai Carabinieri uno dei due autori della rapina a mano armata di ieri mattina alle Poste di Schiavon. Fondamentale l'intervento di un elicottero del 14°Elinucleo dei CC di Treviso

Arrestato grazie all'elicottero

La conferenza stampa al Comando Compagnia Carabinieri di Bassano

E' stata un'azione degna di una fiction televisiva. Ma l'arresto di uno dei due autori della rapina a mano armata compiuta ieri mattina all'Ufficio Postale di Piazza Risorgimento a Schiavon ( per il magro bottino di 500 euro ) è il reale frutto di una brillante collaborazione “terra e cielo” tra i Carabinieri e le altre forze dell'ordine.
Dopo la fuga, a bordo di una moto di colore rosso, dei due banditi è subito scattata la caccia all'uomo con un cordone di posti di blocco attuati dai Carabinieri, in sinergia con la Polizia e le Polizie Locali dei Comuni interessati, nel raggio di una ventina di chilometri.
La moto dei malviventi, all'altezza di una curva in Via Santa Romana a Longa di Schiavon, è quindi sbandata e i due rapinatori sono fuggiti a piedi lasciando il mezzo sul posto. Dopo la segnalazione dell'incidente, per individuare i fuggitivi in mezzo alla folta vegetazione del posto, è stato immediatamente richiesto l'intervento di una squadra del 14° Elinucleo Carabinieri di Treviso.
Un elicottero A 109 è subito decollato dalla base dell'aeroporto trevigiano e ha raggiunto in dieci minuti l'area della fuga, che ha continuato a scandagliare a bassa quota fino a che, dopo mezzogiorno, uno dei due braccati è stato scorto tra le alte piante che costeggiano una roggia in Via Santa Teresa, in direzione di Pozzoleone.
L'uomo è stato bloccato e arrestato dalla squadra dei Carabinieri Elicotteristi e da una pattuglia dei Militari della Stazione di Nove. Si tratta di Orlando Pavan, 42 anni, originario del Veneziano e residente a Padova ma di fatto senza fissa dimora, pluripregiudicato: a suo carico una lunga sfilza di precedenti per reati anche gravi, dal tentato omicidio alla rapina e dal sequestro di persona a scopo di rapina al furto e porto abusivo d'armi.
Il Pavan è ora rinchiuso al carcere di Vicenza mentre il complice, al momento, è ancora in fuga.
I Carabinieri hanno rinvenuto in zona un paio di pantaloni di una tuta da ginnastica, che apparterrebbero al secondo bandito mentre ulteriori accertamenti sono in corso a riguardo della moto usata per la fuga, che non risulta rubata.
L'operazione è stata illustrata in conferenza stampa dal cap. Danilo Lacerenza, comandante Compagnia Carabinieri di Bassano del Grappa e dal mar. Giovanni Moretuzzo del 14° Nucleo Carabinieri Elicotteristi di Treviso. L'elinucleo trevigiano interviene, in caso di necessità, in un raggio d'azione che comprende tutto il Veneto (esclusa la provincia di Verona) e tutto il Friuli Venezia Giulia.
Il suo contributo, nell'operazione di ieri, è stato fondamentale.

    Pubblicità

    Opera EstateMostra

    Più visti