Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 09-04-2009 08:12
in Attualità | Visto 1.900 volte

Sì ai commenti e alle opinioni, no alle offese gratuite

I commenti agli articoli di Bassanonet sono un elemento distintivo del portale. Ma c’è chi abusa della libertà di opinione con parole inopportune. Sì al libero pensiero, no alla diffamazione

Sì ai commenti e alle opinioni, no alle offese gratuite
A tutto c’è un limite. Bassanonet.it, il portale d’informazione di Bassano del Grappa, sta registrando negli ultimi mesi un’impennata di consensi e di contatti che sta superando ogni nostra più rosea previsione.
Cresce il numero dei visitatori e crescono i contenuti: e con essi cresce l’interesse per la comunicazione via internet, un’autentica novità nel campo delle news locali.
Da parte nostra, ci mettiamo tutto l’impegno possibile: che è quello di raccontare i fatti della città e del territorio attraverso un’informazione libera, equilibrata, equidistante e politicamente non schierata.
Ma l’autentico “valore aggiunto” che contraddistingue la nostra proposta editoriale è reso possibile dalla grande opportunità offerta da questo straordinario mezzo di comunicazione chiamato web: quella della libera partecipazione dei nostri lettori ai contenuti degli articoli con un semplice click sul computer.
I commenti alle notizie pubblicate su Bassanonet rappresentano da sempre uno degli elementi distintivi del nostro portale. Arricchiscono i punti di vista, stimolano le discussioni, danno un contributo fondamentale al pluralismo delle idee e delle opinioni sui problemi e le questioni di attualità che stanno a cuore alla gente, in applicazione alla sacrosanta libertà di manifestare il proprio pensiero sancita dall’articolo 21 della Costituzione.
Ma c’è purtroppo chi confonde la libertà di espressione e di critica con la libertà di approfittare dello spazio dei commenti di Bassanonet per condire la propria opinione con gratuite supposizioni e affermazioni dal contenuto offensivo e al limite della diffamazione nei confronti di alcuni personaggi pubblici del nostro territorio.
Il problema - negli ultimi giorni - si sta ripetendo con frequenza ad opera soprattutto di alcuni utenti, animati da un particolare astio personale nei confronti di alcuni amministratori.
A costoro diciamo solo una cosa: sì ai commenti e alle opinioni, no alle offese gratuite e passibili di querela.
Bassanonet.it conferma la sua totale apertura alla libera e civile discussione sulle notizie pubblicate e sui problemi della città ma si riserva anche - come ha già fatto - di disattivare un commento dal portale ogni qual volta, per qualsiasi motivo, lo riterrà inappropriato o inopportuno. Invitiamo i nostri lettori a collaborare e a fare altrettanto: segnalandoci a loro volta i commenti che a loro giudizio non sono consoni o risultano offensivi.
In questo modo ci darete una mano e la nostra informazione sarà sempre più condivisa, equilibrata, libera e indipendente.

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

    Bassanonet TV

    Libertà è Parola

    Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

    L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

    Più visti