Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 18-12-2020 09:46
in Politica | Visto 3.431 volte

Zero Tituli

Bzero2, la Srl di Vicenza a cui l’amministrazione di Bassano ha affidato la consulenza per il servizio di comunicazione istituzionale, si è costituita da appena un mese. Ecco chi c’è dietro

Zero Tituli

Foto Alessandro Tich - archivio Bassanonet

Dunque, dove eravamo rimasti? Ah, sì: alla notizia, riportata nell’articolo precedente, del nuovo affidamento diretto per il servizio di comunicazione istituzionale del Comune di Bassano del Grappa, conferito dall’amministrazione Pavan alla società Bzero2 Srl di Vicenza, per un corrispettivo di 45.750 euro Iva compresa per 12 mesi di incarico.
E come nell’articolo precedente ho scritto, si tratta di un incarico affidato a una Srl di cui non emergono tracce negli archivi dei motori di ricerca su internet. Il perché però, dopo avere approfondito la questione, è presto detto: la Bzero2 è infatti nata da poco più di un mese. Non si è ancora spenta l’eco dei suoi primi vagiti e già si trova affidataria dello strategico e ben remunerato servizio assegnatole da via Matteotti. Bzero2, dunque, ma al momento anche zero trascorsi, zero curriculum, zero storia.
Insomma: Zero Tituli, citando il grandissimo Mou.
Come risulta dai dati della Camera di Commercio di Vicenza, la società, che si occupa di “pubbliche relazioni, comunicazione e ufficio stampa” e che ha sede legale in viale Risorgimento Nazionale 58 a Vicenza, è stata registrata il 5 novembre 2020. Esattamente un mese e 13 giorni fa: praticamente oggi.
Una Srl che è quindi ancora “vergine” come attività di comunicazione: solo come società però, non come proprietà. Il socio di maggioranza (98% delle quote sociali, con un capitale sociale di 10mila euro) e amministratore unico di Bzero2 è infatti Arrigo Abalti. Il restante 2% della società fa riferimento a Paolo Bocchese, commercialista di Vicenza.
Quello di Abalti è un nome ancora poco conosciuto a Bassano del Grappa. Il suo nome è invece conosciutissimo a Vicenza e nel resto della provincia.
Politico dell’area di centrodestra, manager, editore, professionista della comunicazione e in passato anche giornalista, Abalti vanta un palmares di cariche e di partecipazioni che da anni ormai ne fa una delle riconosciute eminenze dell’establishment berico.
Già assessore del Comune di Vicenza (in quota Alleanza Nazionale) con il sindaco Hüllweck e già consigliere provinciale, è stato tra le altre cose membro del Cda della Fondazione Centro Studi Internazionali di Architettura Andrea Palladio di Vicenza, amministratore unico delle Terme di Recoaro Spa e consulente dell’ANCI nazionale. Attualmente ricopre i ruoli di presidente di Utilya Srl, società di servizio per la raccolta rifiuti di 6 Comuni del Basso Vicentino, nonché di “responsabile media relations” dell’A.Ri.C.A. (Consorzio Aziende Riunite Collettore Acque) di Arzignano e di Acque del Chiampo SpA di Arzignano. Ma non è tutto: Arrigo Abalti è anche e soprattutto l’editore e direttore commerciale e sviluppo di Tviweb Srl, società con sede a Brendola che gestisce l’omonimo portale di informazione e cura la comunicazione istituzionale di vari Comuni della provincia.
Tra questi c’è già anche il Comune di Bassano del Grappa, che nel novembre 2019 ha conferito a Tviweb con affidamento diretto l’incarico di realizzare il notiziario comunale cartaceo “Dì Bassano”, a costo zero per l’amministrazione. La pubblicazione del notiziario comunale (che dalla data di inizio dell’incarico, e quindi già da oltre un anno, in realtà non è ancora avvenuta) è cioè a carico di Tviweb Srl, che dovrebbe rientrare delle spese e garantirsi il margine di guadagno con la raccolta pubblicitaria.
Adesso al multiforme operato dell’esponente del centrodestra vicentino si aggiunge la costituzione della newco a cui via Matteotti ha affidato il servizio di consulenza strategica per la comunicazione istituzionale, con particolare riferimento all'attività di comunicazione tramite i principali social network.
Un affidamento costruito a tempo di record, proprio in concomitanza con l’avvio della procedura per il nuovo incarico. Occhio alle date: il 31 ottobre scade il contratto annuale del precedente affidatario del servizio, The Skill Srl di Roma. Il 28 ottobre, e quindi solo tre giorni prima, si costituisce Bzero2 Srl. La società di Abalti si iscrive quindi alla Camera di Commercio di Vicenza il 5 novembre. Inizio attività il 17 novembre, con la seguente indicazione di attività prevalente: “pubbliche relazioni e comunicazione volte a migliorare l’immagine pubblica di un’organizzazione o di un’impresa, attività di ufficio stampa”.
Il 4 dicembre il Servizio Affari Istituzionali del Comune di Bassano inserisce nella piattaforma MePA (Mercato elettronico delle Pubbliche Amministrazioni) la trattativa diretta per “l’affidamento diretto del servizio in oggetto della durata di un anno con l’operatore economico Bzero2 Srl”, ponendo come modalità di definizione dell’offerta un prezzo da ribassare di 38.500 euro. Il 10 dicembre Bzero2 Srl inserisce nella piattaforma MePA un’offerta economica ribassata di 1000 euro (37.500 euro, oltre Iva al 22% per complessivi 45.750 euro) relativamente al servizio della durata di 12 mesi. Ok il prezzo è giusto: ed ecco quindi la determinazione di incarico alla neonata Srl vicentina, pubblicata nell’albo pretorio online del Comune di Bassano il 17 dicembre.
Tutto qui: veloce come il vento e liscio come l’olio. Un rapporto fiduciario con l’amministrazione Pavan nato nell’alveo dell’area di centrodestra e concretizzatosi in men che non si dica.
Un incarico diretto ad Abalti era già stato dato, con l’affidamento a Tviweb Srl del servizio del notiziario comunale. Ora assistiamo a un secondo incarico diretto, questa volta remunerato direttamente dal Comune, per il quale evidentemente si è ritenuto opportuno procedere all’affidamento attraverso una nuova società. Per fare tutto questo è bastato poco più di un mese: la burocrazia ha le sue modalità e soprattutto i suoi tempi, ma la politica riesce ad abbatterli.

Più visti