Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 26-06-2020 16:14
in Attualità | Visto 2.710 volte

Tutte le strade portano a Rosà

Con l'apertura della nuova rotatoria del Crocerone tra SS47 e tangenziale è sempre più caos-traffico in Comune di Rosà. La lista Rosà Civica propone: “Pedemontana gratis nel tratto rosatese. Il sindaco leghista convinca il governatore Zaia”

Tutte le strade portano a Rosà

La rotatoria del Crocerone a Rosà, oggi (foto Alessandro Tich)

Dice il saggio: tutte le strade portano a Roma. Basta tuttavia cambiare una consonante e aggiungere un accento, ed ecco che possiamo enunciare un'altra verità: tutte le strade portano a Rosà. Punto di incrocio delle direttrici stradali nord-sud e est-ovest - vale a dire della Statale 47 Valsugana da e per Padova e della circonvallazione di Bassano costituita dalla Tangenziale Est da e per Trento e dalla Tangenziale Sud da e per Vicenza -, da tempo immemore il Comune di Rosà è oberato da flussi di traffico metropolitani.
E mentre da anni e annorum si parla inutilmente di Bretelle Ovest e di Bretelle Est, nel frattempo sta prendendo forma definitiva quella enorme striscia d'asfalto a pedaggio che si chiama Superstrada Pedemontana Veneta. I disagi arrecati dal traffico al territorio rosatese stanno vivendo in questi giorni una nuova e preoccupante escalation con l'apertura della rotatoria del Crocerone sulla Statale Valsugana, congestionato punto di confluenza tra i due flussi di circolazione della Ss. 47 e delle tangenziali di Bassano che prima invece si evitavano. L'apertura della rotatoria è collegata ai lavori di realizzazione della stessa SPV e rallentamenti e code in prossimità della nuova rotonda di Tir e autoveicoli dalle quattro direzioni sono già adesso all'ordine del giorno, per tutto il giorno.
Sulla questione, centrale per la viabilità dell'intero territorio bassanese, interviene la lista di minoranza Rosà Civica che lancia al sindaco leghista di Rosà Paolo Bordignon una precisa richiesta, da inoltrare al governatore leghista Luca Zaia: concedere la gratuità nel tratto rosatese della Superstrada Pedemontana fino a Bassano Ovest per bypassare i pesanti intralci quotidiani del super-congestionato nodo di Rosà.
Ne dà notizia un comunicato stampa trasmesso in redazione da Rosà Civica, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

Pedemontana gratis nel tratto rosatese?
Il Sindaco leghista di Rosà convinca il Governatore Zaia a dare la strada gratis

Rosà Civica ha una proposta concreta.

Fino al 2015 la città di Bassano disponeva di una Tangenziale Est e una Tangenziale Sud, due strade a scorrimento veloce in continuità fra loro, che permettevano di spostarsi da Pove del Grappa a Marostica gratuitamente e senza alcuna intersezione.
Con la costruzione della Superstrada a pedaggio Pedemontana Veneta, Bassano è stato privata della sua Tangenziale Sud, sostituita da una tortuosa e lenta complanare piena di rotatorie, fra le quali la più problematica è quella del Crocerone.

Rosà Civica ha più volte evidenziato le criticità della nuova rotatoria del Crocerone, dove confluiscono:
il traffico pesante della “S.S. 47 della Valsugana” che dal Veneto centrale è diretto verso Trento, il Brennero e l'Europa e viceversa,
il traffico locale est - ovest che utilizzerà la complanare come Tangenziale Sud di Bassano e
il traffico locale nord - sud in ingresso e in uscita da Bassano.
Questa rotatoria causa congestione e code e compromette ulteriormente la già precaria situazione che vive il centro di Rosà, attraversato ogni anno da diversi milioni di veicoli.

Dato lo stato di avanzamento dei lavori, non è più possibile porre rimedio al grave errore che l'amministrazione leghista rosatese ha commesso accettando supinamente il progetto della SPV e della relativa complanare, senza pretendere soluzioni adeguate per il nodo del Crocerone.

Nel 2009 la prima convenzione con SIS (impresa che sta costruendo e gestirà l'opera per 39 anni) prevedeva, all'art. 9, l’esenzione del pedaggio per i residenti valevole a partire dal casello più vicino al comune di residenza per 21 chilometri in entrambi le direzioni.

Questa esenzione avrebbe permesso di drenare il traffico locale della complanare portandolo a confluire gratuitamente nella SPV per tutto il tratto in cui la nuova
Superstrada si sovrapponeva alla Nuova Gasparona, sgravando quindi la viabilità locale.

Nel 2017 Zaia ha rinegoziato l'accordo con SIS eliminando l'esenzione del pedaggio dal contratto. Di conseguenza il traffico locale est - ovest resterà sulla complanare contribuendo ad aggravare la già critica situazione alla rotatoria del Crocerone.

Rosà Civica chiede pertanto all'amministrazione leghista rosatese di adoperare i suoi stretti legami con l'amministrazione leghista regionale, per adottare l'unica soluzione rimasta per poter almeno alleviare le gravi conseguenze che i rosatesi devono subire. Chiediamo che venga introdotta un'esenzione dal pedaggio della SPV per tutti i veicoli che entreranno in SPV a "Bassano Est" e usciranno a “Bassano Ovest” e viceversa.

Ciò significa che chi proviene da Trento potrà percorrere gratuitamente il tratto di SPV fino a Bassano Ovest bypassando quindi il nodo bassanese, come accadeva prima della costruzione della SPV.

Chiediamo che questa esenzione non abbia un limite temporale, poiché i disagi sulla viabilità locale generati dalla rotatoria del Crocerone saranno per sempre, non temporanei.

Il Sindaco batta un colpo e si faccia sentire presso Zaia per difendere il nostro territorio e gli interessi dei rosatesi.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti