ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 20-04-2019 15:28
in Attualità | Visto 1.848 volte
 

M'AMA non m'AMA

Nel weekend precedente al voto si terrà a Bassano il festival “AMA Sea Shepherd Music for the Ocean”. La giunta comunale concede agli organizzatori un contributo di 10mila euro e l'utilizzo gratuito di Parco Ragazzi del '99 e Teatro al Castello

M'AMA non m'AMA

Il Teatro al Castello Tito Gobbi (foto Alessandro Tich)

L'appuntamento è fissato in agenda per sabato 18 e domenica 19 maggio, nel weekend precedente al voto amministrativo di Bassano. Si chiama “AMA Sea Shepherd Music for the Ocean” ed è il festival che sarà proposto dall'associazione culturale AMA di Asolo che ha già organizzato nel giugno dell'anno scorso l'AMA Music Festival in Parco Ragazzi del '99. Quello del famoso caso di Young Signorino, tanto per intenderci.
Quest'anno AMA ritorna in città, con una due giorni di eventi musicali per la quale gli organizzatori hanno richiesto all'Amministrazione bassanese la concessione dell'utilizzo gratuito delle due sedi previste per gli spettacoli: ancora Parco Ragazzi del '99 e il Teatro al Castello “Tito Gobbi”. In più, l'associazione organizzatrice ha presentato anche richiesta formale di un contributo in denaro. Richieste che, dopo la valutazione della domanda e dei requisiti dei richiedenti, sono state accettate su proposta dell'assessore “referente in materia” Giovanni Cunico. E questo anche perché, come spiega la relativa delibera di giunta, “l'assessorato alla Promozione del Territorio e della Cultura e l'assessore alle Politiche giovanili intendono sostenere, attraverso l'erogazione di contributi economici, le iniziative realizzate da persone ed Enti pubblici e privati, senza scopo di lucro, che operano e realizzano attività e manifestazioni nel settore spettacolo e delle politiche giovanili e per l'infanzia e che corrispondano a interessi coerenti con le finalità istituzionali del Comune di Bassano del Grappa e agli obiettivi specifici definiti negli atti di programmazione di settore”.
Morale della favola: la giunta comunale ha deliberato un contributo di 10.000 euro a favore dell'associazione AMA, più la concessione alla medesima a titolo gratuito dell'utilizzo del Teatro all'aperto “Tito Gobbi” e del Parco Ragazzi del '99 “quale forma di beneficio economico per iniziative che contribuiscano a realizzare le finalità culturali e sociali previste negli atti di programmazione dell'Ente”.
L'atto deliberativo rileva inoltre che “la concessione a titolo gratuito del Teatro al Castello “Tito Gobbi” corrisponde ad un vantaggio economico di € 700,00, sulla base di una quantificazione ipotetica del valore di affitto dello spazio, parametrato al costo di utilizzo di strutture comunali analoghe per caratteristiche e per spese fisse di gestione, non essendo in vigore un tariffario per la sede in argomento”.
E così, praticamente quasi al culmine della campagna elettorale, scatterà una rilevante operazione-visibilità per l'Amministrazione uscente e in buona parte ricandidata. Contenuti artistici a parte, sarà anche un veicolo promozionale di consenso?
Questo lo si vedrà sfogliando il m'AMA non m'AMA sulle margherite delle urne della domenica successiva.