ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 18-03-2019 22:50
in Attualità | Visto 2.950 volte
 

Villaggio ValTura

Turisti per caso: l'Amministrazione comunale lancia le visite guidate al cantiere del Ponte degli Alpini

Villaggio ValTura
Venite, signori, c'è posto: apre a Bassano il Villaggio ValTura.
Un'esperienza turistica unica nel suo genere, secondo la formula del “tutto compreso”.
O per meglio dire, come afferma il Comune di Bassano nel suo sito istituzionale, “un’occasione unica per vedere da vicino l’avanzamento dei lavori di restauro”.
Oggi - come comunicato da sindaco e vice in coda ad una conferenza stampa precedentemente convocata per altri argomenti - si sono infatti aperte le iscrizioni per visitare il cantiere del Ponte degli Alpini. Basta munirsi di casco e gilet ad alta visibilità (forniti in loco) e vestire scarpe robuste, tipo scarponcino/antinfortunistiche, e il gioco è fatto: scattare immagini col telefonino sotto le stilate sorrette dal “castello” di sollevamento e vicino alle due grandi travi di fondazione in elementi tubolari di acciaio inox sarà il nuovo safari fotografico non più riservato ai soli tecnici e amministratori pubblici. Per partecipare alle visite in veste di turisti per caso bisognerà inoltrare richiesta all'Ufficio turistico IAT, presentandosi di persona in orario di ufficio (tutti i giorni dalle 10 alle 19, il martedì dalle 15 alle 19) o contattando il numero telefonico dell'Ufficio di Informazioni e Accoglienza Turistica 0424 519917 oppure la mail iat.bassano@comune.bassano.vi.it.
Gli interessati saranno inseriti “in una lista d'attesa” e “ricontattati al più presto” per la comunicazione del giorno e orario del turno di visita. Neanche fossimo al CUP dell'Ospedale. Le visite promosse dell'Amministrazione comunale sono comunque previste “per i prossimi sabato mattina, dalle 9 alle 12”. Tuttavia “verrà data priorità agli abitanti di Bassano del Grappa” (quelli che fra poco più di due mesi saranno chiamati a votare per le amministrative, potrebbe dire il solito maligno in malafede) e “sarà possibile confermare i dettagli solo qualche giorno prima” per “rispettare le esigenze di cantiere e garantire un'esperienza in totale sicurezza”.
Dunque sabato 23 e 30 marzo e sabato 6 aprile, in tre turni (ore 9, 10 e 11) e per gruppi di massimo 25 persone a turno, il Villaggio ValTura svelerà da vicino le sue meraviglie. Fondazioni di acciaio, colonne appositamente tornite di legno di Bretagna, saette e saettoni da guardare con il naso all'insù, mentre gli addetti ai lavori spiegheranno il sistema di ripristino delle pile, messo in atto con una perizia di variante (variazione di progetto) approvata dalla Stazione Appaltante.
Sono cose, effettivamente, che non si vedono tutti i giorni. E sarà anche possibile vedere a tu per tu, tra le altre esclusive del tour, quello che resta della trave lignea di soglia del Casarotti, reliquia ottocentesca appoggiata sul terrapieno dell'area di asciutta e coperta da un lenzuolo bianco tipo C.S.I. - Scena del cantiere, ancora in attesa di conoscere quale sarà il suo effettivo destino. Trave(l) Adventures.