Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 17-02-2015 17:09
in Cronaca | Visto 1.998 volte

Utenza con pestaggio

Allo Sportello Clienti di Etra di Cittadella utente arrabbiato prende a pugni e calci un operatore, che finisce all'ospedale. L'aggressore è stato denunciato. Da oggi una ditta di vigilanza sorveglia l'area della multiutility aperta al pubblico

Utenza con pestaggio

La sede di Etra a Cittadella. Al piano terra lo sportello per il pubblico (foto: archivio Bassanonet)

Un dipendente di Etra è stato preso a pugni e calci negli uffici di Cittadella da un utente arrabbiato, il quale è riuscito a dileguarsi prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.
Il grave episodio è accaduto lunedì mattina. La vittima dell'aggressione, un addetto dello Sportello Clienti di Cittadella, è stata condotta al pronto soccorso, dove gli è stata riconosciuta una prognosi di alcuni giorni. Il dipendente lamenta mal di testa e giramenti di capo.
“Un fatto intollerabile e segno di una tensione che sta salendo - afferma deciso Stefano Svegliado, presidente del Consiglio di gestione di Etra -. La nostra società agirà contro chiunque non solo alzi le mani, ma anche la voce nei confronti di collaboratori che stanno semplicemente svolgendo il loro lavoro per garantire servizi essenziali alla collettività. La violenza va stroncata, a maggior ragione quando viene messa in atto per motivi assurdi. Etra è sempre andata incontro a tutte le persone bisognose e oneste, i casi gravi vengono valutati e risolti; ma discutendo, non a botte.”
L’utente si era presentato allo Sportello Clienti cittadellese venerdì, gridando che non avrebbe pagato il conto di circa 2.000 euro presentato da Etra per la manomissione da lui compiuta dell’impianto idrico. L’utente aveva infatti manomesso volutamente nei giorni scorsi le tubature della casa in cui abita.
La strada si era allagata, con il rischio tra l’altro di ghiacciare provocando incidenti. Per riparare l’impianto, sono stati necessari due giorni di lavori con la ruspa. Etra ha perciò messo in conto all’utente il costo dell’intervento e dei materiali, graziandolo del consumo di acqua.
L’utente si è ripresentato lunedì negli uffici chiedendo di parlare con l’operatore che gli aveva inviato il conto per i suoi danneggiamenti. Credendo si trattasse dell’addetto trovato allo Sportello, dopo una breve conversazione gli ha tirato un calcio, seguito da tre pugni al volto. Le urla hanno richiamato altri dipendenti di Etra il cui arrivo ha fatto fuggire l’aggressore. Scontata la denuncia di Etra ai carabinieri.
Da oggi, intanto, è stata ingaggiata una ditta di vigilanza per proteggere lo Sportello di Cittadella aperto al pubblico. Fortunatamente, dal momento che in mattinata l’utente si è presentato di nuovo.

Più visti