Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 19-09-2014 14:13
in Politica | Visto 3.161 volte
 

Scotton, la Lega e il “soccorso azzurro”

Mariano Scotton (Forza Italia) eletto presidente della commissione consiliare al Sociale, Sport e Istruzione. Luciano Todaro (Lega Nord): “Dal gruppo comunale di Forza Italia piena osservanza ai diktat della sinistra”

Scotton, la Lega e il “soccorso azzurro”

Il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Bassano Mariano Scotton (foto: archivio Bassanonet)

La notizia è questa: Mariano Scotton, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Bassano, è stato eletto alla presidenza della commissione consiliare Servizi alla Persona (sociale), Politiche giovanili, sport e istruzione.
Da un certo punto di vista, si tratta di un atto politico che viene finalmente incontro alle istanze delle opposizioni, con riferimento al PD “pigliatutto”, per un maggiore riequibrio nell'assegnazione delle poltrone-chiave della macchina consiliare.
E invece, dal punto di vista della Lega Nord, non è così. Anzi: per il segretario comunale del Carroccio Luciano Todaro l'elezione di Scotton sarebbe un “premio” all'operato di Forza Italia che attuerebbe un'opposizione di facciata ma sarebbe in realtà accondiscendente nei confronti dell'attuale Amministrazione, con un comportamento interpretabile anche in funzione delle prossime elezioni per la Provincia.
E' quanto si evince dal comunicato trasmesso oggi da Todaro in redazione, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO STAMPA

Presidenza commissione Servizi alla Persona, Politiche giovanili, sport, istruzione.

Con l’elezione a Presidente di Mariano Scotton (FI) alla commissione “Servizi alla Persona, Politiche giovanili, sport, istruzione” è riuscita la manovra del PD di spaccare coloro i quali dovevano fare una attenta e puntuale azione di controllo (tale ruolo spetta alle opposizioni) all’operato della giunta di sinistra capeggiata dal Sindaco Riccardo Poletto.
Nulla da eccepire sulla persona del Signor Scotton che conosciamo come persona attenta, onesta e preparata, ma ci sia consentito di porre qualche critica all’operato del gruppo comunale di Forza Italia che, dopo le elezioni amministrative, si è affrettato ad andare ad omaggiare il Sindaco Poletto, infischiandosene delle promesse di collaborazione con gli ormai ex alleati, ottenendo in premio quanto, evidentemente, in questi giorni si sta realizzando.
Dopo il “soccorso rosso” messo in atto da Poletto e Facchinello durante la passata tornata amministrativa, inscenando una opposizione di facciata ma in sostanza facendo coerentemente parte della maggioranza, ci troviamo ora di fronte al “soccorso azzurro” che, temiamo fortemente, agirà nei temi importanti per la Città, in tutta osservanza ai diktat della sinistra, che ci governerà per cinque anni.
Ma la nostra attenzione su quanto sta succedendo nella “piccola” Bassano è rivolta anche al ben più ampio scacchiere dei giochi che si stanno febbrilmente susseguendo per la Presidenza della Provincia: non vorremmo cioè che determinate “nomine” nella nostra Città, altro non siano che i “30 denari” da scambiare con il voto favorevole pro Variati in Provincia, dato che i Consiglieri Comunali votano e che i voti di Bassano sono voti “pesanti”.
Riteniamo, in conclusione, che la posizione politica di FI sia o molto miope o molto furbesca: miope perché un voto pro Variati a presidente della Provincia, in caso di successo, non potrebbe che essere poco favorevole agli interessi del Bassanese in quanto egli assumerebbe il ruolo sia di Sindaco di Vicenza che di Presidente di Provincia, spostando gli equilibri e gli interessi lontano dalla Città del Grappa, furbesca perché darebbe modo a qualche “manovratore” o “eminenza grigia” forzitalica di continuare a mantenere ruoli di vecchia politica, senza rendersi conto che l’aria è cambiata e che bisognerebbe lavorare per il territorio e non per le proprie terga.

Segretario Lega Nord/Liga Veneta Bassano
Luciano Todaro