Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 05-04-2013 22:43
in Attualità | Visto 2.223 volte

Un giardino ci salverà?

A.A.A. idee per il centro storico cercasi. Ci pensa intanto la Pro Loco, con una nuova edizione dei “Giardini a Bassano”. E ai Giardini Parolini torna “Di rara pianta”. Natura e animazione per promuovere la bellezza della città

Un giardino ci salverà?

"Giardini a Bassano": ideale connubio tra natura e città

Un giardino ci salverà? Il centro storico di Bassano, cuore della città in lista di attesa per il cardiologo, è alla ricerca di nuove idee e iniziative per richiamare visitatori e frequentatori. La Pro Bassano, intanto, va sul sicuro e per calamitare l'attenzione dei turisti primaverili propone una nuova edizione dei “Giardini a Bassano”.
La formula, già sperimentata con successo negli scorsi tre anni, è sempre la stessa: per un mese intero, 16 angoli del centro saranno trasformati in altrettanti giardini fioriti e decorati, a cura delle aziende florovivaistiche del territorio, in lizza per l'ambito premio “Cesoie d'Oro”.
E così, dal 20 aprile al 19 maggio (inaugurazione domenica 21 aprile, ore 11, ai Giardini Parolini), Bassano si vestirà di verde e di mille altri colori dando un tocco di mascara in più alla sua naturale bellezza.
Il tema di quest'anno sarà “Profumi in giardino”: il criterio estetico delle composizioni vegetali dovrà quindi abbinarsi “agli aromi inconfondibili che vivacizzeranno le vie e le piazze della città”. “Grazie ai giardini e ai loro creatori - si legge nel volantino della manifestazione -, si potrà così scoprire quanto è bella Bassano anche chiudendo gli occhi.”
Ma non è tutto: gli angoli fioriti dei Giardini in centro storico daranno anche spunto a “occasioni di incontro e di confronto come appuntamenti musicali, letterari e gastronomici”. Durante il mese di esposizione delle creazioni dei giardinieri in concorso si susseguiranno infatti eventi collaterali di musica, arte, poesia e “spritz in giardino”.
La rassegna sarà anche l'occasione per un'“edizione straordinaria” primaverile del concorso in maschera Bautina d'Argento, tristemente annullato per la pioggia il Martedì Grasso dell'ultimo Carnevale. Accadrà nel giorno festivo di martedì 25 aprile: oltre alle mascherine, la piazza sarà animata da esibizioni di artisti di strada. Sarà inoltre riproposto il concorso fotografico, che chiederà a tutti gli appassionati dello scatto di immortalare, secondo l'estro del proprio obiettivo, i giardini allestiti: non durerà più due soli giorni, ma sarà esteso a tutto il mese della manifestazione.
E se oltre ai giardini da ammirare cercate anche piante insolite da scoprire e da comprare, c'è un altro evento in calendario all'insegna del pollice verde: torna infatti, ai Giardini Parolini, “Di rara pianta”.
L'evento, ideato e organizzato dal naturalista e botanico bassanese Giuseppe Busnardo, accenderà nuovamente i riflettori sulla storica oasi verde (ovvero ciò che ne rimane, dopo gli scempi urbanistici dei decenni passati) della nostra città: un piccolo Eden a pochi metri dal centro ancora troppo poco conosciuto e troppo poco frequentato dagli stessi bassanesi, concittadini di quell'Alberto Parolini che nell'800 ne fece uno dei più importanti giardini botanici italiani, meta di visitatori di tutta Europa.
L'appuntamento con “Di rara pianta” è per il fine settimana del 20 e 21 aprile.
Espositori da tutta Italia parteciperanno alla mostra-mercato, con piante “presentate solo da ditte selezionate”: dalle aspidistrie ai frutti antichi e dalle acidofile alle tillandsie. Per noi questi nomi sono arabo, ma per gli appassionati sono un marchio di qualità. La manifestazione, del resto, si avvale quest'anno dell'impegnativo patrocinio dell'Orto Botanico di Padova - Patrimonio mondiale dell'Unesco.
La due giorni ai Giardini Parolini sarà animata da diverse iniziative: come le decorazioni floreali, l'angolo del collezionista, visite guidate, animazioni e “cacce all'albero” per i bambini, giochi didattici per scolaresche, concerti (coro Trinity Rainbow e Filarmonica Bassanese), esibizioni di danza, tradizioni popolari con le Arti per Via e anche un servizio di ristorazione veloce coi prodotti del territorio curato dai ristoranti “Alla Corte “ e “Ottocento Simply Food”. Di tutto, di più: compresa l'attiva partecipazione del Rotary Club Bassano del Grappa Castelli, grazie alla quale i rotariani provenienti da tutto il distretto 2060 (Triveneto) visiteranno i Giardini e la manifestazione nel pomeriggio di domenica 21.
Il turismo verde, grazie alle due distinte manifestazioni cittadine, diventa realtà: e troverà un'ulteriore occasione di richiamo sabato 18 e domenica 19 maggio con l'undicesima edizione di “Rose in Villa Giusti”, a Villa Giusti del Giardino in centro studi, dove avrà anche luogo la cerimonia di premiazione del concorso dei “Giardini a Bassano”.
Insomma: quando Bassano si scrolla di dosso la patina della bella addormentata, proponendo eventi originali e interessanti e richiamando attorno a sé le forze attive e propositive della città, non ce n'è per nessuno.
E tra i “Profumi in giardino” che saranno emanati dalle composizioni floreali in centro storico, ci piacerebbe riscoprire un aroma inconfondibile: il profumo di una città meravigliosa, e del suo territorio, che fa ancora girare la testa a chi ha la fortuna di visitarla.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Puntata Live di Libertà è Parola - Titolo: “Politica è”

Tavolo rotonda con gli studiosi ed appassionati di Politica Giovanni Baggio, Carlo Bonato e Valerio Jeson Maggi.

Più visti