Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 05-03-2013 14:12
in Cronaca | Visto 2.660 volte

Appalti e Project. Zaia dispone un'indagine interna della Regione

Inchiesta Lavori Pubblici. La giunta veneta istituisce un “Nucleo ispettivo interno”. Disposta la verifica documentale sulle società coinvolte, che sarà estesa “a tutte le società partecipate, anche indirettamente, dalla Regione”

Appalti e Project. Zaia dispone un'indagine interna della Regione

Foto: archivio Bassanonet

La giunta regionale del Veneto, a seguito dell'operazione della Guardia di Finanza di Venezia che su disposizione della magistratura veneziana ha portato all'arresto di Pierluigi Baita, ad della Mantovani Spa, e di altre tre persone ha diffuso in redazione il comunicato che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

La Giunta regionale, su iniziativa del presidente Luca Zaia, in relazione all’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Venezia nei confronti di società impegnate nell’esecuzione di importanti opere pubbliche nel Veneto, ha deciso nella seduta odierna di istituire un “Nucleo ispettivo interno” temporaneo che, anche al fine di fornire la massima collaborazione alla magistratura inquirente, verificherà per gli aspetti amministrativi l’attività svolta dagli uffici e servizi regionali e dalle società controllate in riferimento alle vicende oggetto di analisi investigativa.
Del “Nucleo ispettivo interno”, presieduto dal Segretario generale della programmazione, Tiziano Baggio e coordinato dal Segretario della Giunta regionale, Mario Caramel, fanno parte: Maurizio Gasparin, dirigente della Direzione Enti Locali, Persone Giuridiche e Controllo Atti; Daniela Palumbo, dirigente del Primo Servizio della Direzione Affari Legislativi; Maurizio Santone, dirigente della Direzione Ragioneria; Egidio Di Rienzo, dirigente della Direzione regionale attività ispettiva e vigilanza settore socio-sanitario veneto.
La Giunta ha stabilito che il Nucleo dovrà effettuare una verifica documentale con riguardo alle società coinvolte nell’inchiesta, con particolare riferimento agli eventuali rapporti commerciali intercorsi e intercorrenti con soggetti aventi sede all’estero nonché alle modalità di affidamento a tali soggetti delle forniture di beni e servizi e di lavori, con dettagliata, documentata e motivata relazione per ogni singola iniziativa. Inoltre, tale attività di verifica dovrà essere estesa a tutte le società partecipate, anche indirettamente, dalla Regione, nonché alle società partecipate dagli enti strumentali regionali.
I risultati di questo lavoro saranno messi a completa disposizione della magistratura e di eventuali iniziative che il Consiglio Regionale del Veneto vorrà intraprendere.

Più visti