Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 07-05-2012 19:45
in Attualità | Visto 3.946 volte

Il Generale...Schettino finisce in consiglio comunale

Interpellanza del gruppo Pdl sull'allestimento realizzato attorno al monumento per i “Giardini a Bassano”. “Chiediamo al sindaco se non si ritiene di dover chiedere scusa ai cittadini per questo inqualificabile atto”

Il Generale...Schettino finisce in consiglio comunale

Foto Roberto Bosca

“Togliamo il Capitan Schettino e rimettiamo il General Giardino”.
Si intitola così un'interpellanza che il gruppo consiliare del Pdl (capogruppo Stefano Monegato, Stefano Facchin, Roberto Marin, Gianpaolo Bizzotto, Egidio Torresan e Mauro Zen) presenterà nel prossimo consiglio comunale di Bassano del Grappa.
L'intervento si riferisce ovviamente al dibattuto allestimento realizzato da un'azienda florovivaistica di Cassola nell'ambito della manifestazione della Pro Loco “Giardini a Bassano” attorno alla statua in memoria del comandante della IV Armata durante la Prima Guerra Mondiale, trasformata in una “nave alberata” a sua volta ispirata alle imprese di Marco Polo nel “Milione”.
“La statua al Generale Giardino - afferma l'interpellanza -, oltre a essere un elemento caratterizzante della nostra città, è un monumento che ricorda molte vite perdute per la nostra Patria.”
“I sottoscritti consiglieri comunali del Popolo della Libertà - prosegue il testo -, non potendo non notare com'è stato impropriamente “addobbato” nei giorni di passaggio per la nostra città di molti alpini diretti all'Adunata Nazionale di Bolzano, chiedono se la giunta e il sig. Sindaco non ritengano tutto ciò offensivo per la memoria storica, chi abbia vagliato tale operato e se non si ritiene di dover chiedere scusa alla cittadinanza per questo inqualificabile atto.”
Il generale galleggiante finisce dunque, com'era prevedibile, tra gli argomenti all'ordine del giorno dell'assemblea cittadina. E' pur vero che si tratta di un allestimento temporaneo, che sarà regolarmente smantellato al termine della manifestazione della Pro Bassano. Ma fin che la barca va, le discussioni - e non solo in Municipio - continueranno senza sosta.

Pubblicità

Più visti