Pubblicità

Pubblicato il 21-02-2011 07:35
in Magazine | Visto 1.840 volte

Il Nordest alla prova

Alla libreria Palazzo Roberti una tavola rotonda a più voci sul tema “Città, reti, spazio metropolitano”. Presente anche il Sindaco di Bassano Stefano Cimatti

Il Nordest alla prova

foto L. Vicenzi

Martedì 22 febbraio alle ore 17.30 alla libreria Palazzo Roberti si tiene un’interessante tavola rotonda dal tema “Il Nordest alla prova”. L’incontro è organizzato in occasione della presentazione del numero monografico della rivista Economia e società regionale dedicato al Nordest e intitolato “Città, reti, spazio metropolitano”. Alla tavola rotonda partecipano il Sindaco di Bassano Stefano Cimatti, l’economista docente dell’Università Ca’ Foscari Giancarlo Corò, l’urbanista docente allo IUAV di Venezia Domenico Patassini, il fisico nucleare esperto di problemi energetici e di ambiente Erasmo Venosi e la segretaria provinciale della CGIL, Marina Bergamin.
La rivista in presentazione raccoglie una serie di interventi sul tema da parte di studiosi applicati in diversi campi del sapere, gli approfondimenti affrontano in particolare le recenti trasformazioni avvenute/avvenenti nel nostro territorio. Sempre più spesso per il nostro Nordest si sentono utilizzare i termini “città diffusa”, “metropoli territoriale”: queste nuove definizioni linguistiche portano nel semantico cambiamenti intrecciati e complessi di ordine urbanistico, economico e sociale, tutti elementi che interagiscono e che concorrono a costituire un’identità in rapida evoluzione. Il dibattito sull’attualità, e in particolare sulla trasformazione del territorio, investe sempre più, e necessariamente, diversi soggetti per individuare possibili strategie di progettazione e di governo dell’urbanizzazione in atto. Per contrastare il rischio di uno sviluppo caotico e poco lungimirante, governato spesso solo da ottiche economiche e imprenditoriali - o comunque episodiche e legate al contingente - è necessario un confronto paritetico e costante, un parlarsi (e ascoltarsi) che dia una visione più alata del territorio e serva a tenere le fondamenta ben ancorate a terra, ai valori della salvaguardia ambientale e paesaggistica, all’attenzione alla qualità di vita e della relazione delle persone che lo abitano, in questo caso il Nordest. Rispetto a tali problematiche, la politica non distraente e distratta, quella che ha a cuore il cittadino e non le beghe partitiche o le boutade propagandistiche ha un ruolo importante e il dovere di ricercare le soluzioni migliori, e il più possibile condivise, rispetto a un territorio proiettato nel futuro che rischia di subire un modello di sviluppo non sostenibile. E’ questa priorità, l’attenzione al bene comune, il lavoro principale e difficile appaltato a chi ci rappresenta in tutte le sedi istituzionali, e di questo si chiede, in quanto noi i datori di lavoro, il render conto. L’appuntamento è a ingresso libero.

Pubblicità

Mostra

Più visti