Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Laura VicenziLaura Vicenzi
Giornalista
Bassanonet.it

Libri

Oliviero Beha: dopo di Lui il diluvio?

Al Caffè dei Libri intervistato da Lorenzo Parolin l’autore ha parlato dei mali che affliggono il Bel Paese

Pubblicato il 11-06-2010
Visto 3.017 volte

Pubblicità

Opera Estate Festival

Oliviero Beha ospite dell’associazione culturale Le colline ha presentato due suoi libri a Vicolo Gamba. Intervistato da Lorenzo Parolin ha parlato di "Dopo di lui il diluvio - Weimar, Italia" edito da Chiarelettere, e “Eros Terminal - Il sesso, l'età, il potere” e l’incontro è stato anche occasione ghiotta per parlare dei mali che attanagliano il nostro Bel Paese, definito dal giornalista “una palude per Caimani”. Ad un lustro dall’uscita del suo pamphlet dagli scenari profetici "Crescete & prostituitevi", l’autore si chiede e chiede ai lettori che cosa succederà quando sarà finita la stagione di Berlusconi, se davvero “dopo di Lui” ci sarà “il diluvio”. L’analisi che compie Beha, e la suddivide in tre parti, storica, politica, e pornografica, parla dell’era del “berlusconismo” con toni feroci, spesso polemici: a sommi capi la magistratura è in crisi, e per questo la stampa, consequenzialmente, si assurge il compito di enfatizzare la “gogna mediatica”; la comunicazione e l’informazione sono in crisi, o si è di parte, schierati, o si viene zittiti con atti di vero e proprio mobbing - ... questa levata di scudi per Santoro, la Dandini e compagnia non è egalitaria e democratica, è impensabile per chi non interessa alle segreterie di partito -; in sostanza il sistema Italia è in crisi e pare incapace di uscire dal tunnel della depressione. Beha ha usato spesso il termine “malata”, e questo a pelle lo sentiamo tutti, ma non ha indicato una cura efficace per questa Italia dalla febbre alta. Forse la terapia richiede di sfuggire alla luce fredda della cronaca e di infilarsi tra le ombre incerte del futuribile. E’ questo scatto che fa l’autore con Eros Terminal, il suo “primo romanzo”, una sorta di diario del piacere, di biografia erotica dell’Innominato che attraverso la scrittura allontana da sé, e quindi dà forma, ai suoi pensieri e alla sua vita. Numerose le domande in sala rivolte di volta in volta allo scrittore, al giornalista, al cronista sportivo, non poteva certo mancarne una sui prossimi Mondiali di calcio: Beha ha fotografato l’evento con poche chiare parole, e tutte avevano a che fare col marketing e con l’economia più che con lo sport. Forse il Diluvio no, ma una pioggerellina sana e ristoratrice...


Oliviero Beha e Lorenzo Parolin


Più visti

1

Politica

21-07-2024

Bassano Summer Festival

Visto 13.291 volte

2

Cronaca

18-07-2024

Un, due, Pré

Visto 9.933 volte

3

Il "Tich" nervoso

22-07-2024

Potenti mezzi

Visto 7.978 volte

5

Politica

23-07-2024

Cavolini di Bruxelles

Visto 4.297 volte

6

Danza

19-07-2024

Vade Redrum

Visto 3.750 volte

7

Teatro

20-07-2024

Manifatture d'autore

Visto 3.651 volte

8

Arte

21-07-2024

Ardini: tra polvere e acqua

Visto 3.465 volte

9

Interviste

22-07-2024

Con Cassio Felice a metà

Visto 2.943 volte

10

Teatro

23-07-2024

Intrecci tra impresa e comunità

Visto 2.175 volte

1

Elezioni 2024

25-06-2024

John Fincgerald Kennedy

Visto 21.857 volte

2

Elezioni 2024

27-06-2024

Ma Guarda un po’

Visto 21.531 volte

3

Elezioni 2024

25-06-2024

Io sono leggenda

Visto 21.231 volte

4

Elezioni 2024

29-06-2024

Ciak, ripresa

Visto 21.130 volte

5

Elezioni 2024

26-06-2024

Robert De Stino

Visto 21.118 volte

6

Politica

21-07-2024

Bassano Summer Festival

Visto 13.291 volte

7

Politica

05-07-2024

È giunta l’ora

Visto 12.034 volte

8

Politica

11-07-2024

Vitamina P

Visto 11.271 volte

9

Politica

29-06-2024

Premiato Ambulatorio Dr. Finco

Visto 10.848 volte

10

Politica

08-07-2024

Giada adesso

Visto 10.762 volte