Canova
Canova

Laura VicenziLaura Vicenzi
Giornalista
Bassanonet.it

Musica

Suona la poesia, a casa de Il Bandito

Apertura ieri sera, all’Auditorium Vivaldi di Cassola, per la prima edizione del festival Le Notti de Il Bandito, in programma in questo fine settimana e dal 28 al 30 aprile

Pubblicato il 22-04-2022
Visto 3.732 volte

Canova

Apertura ieri sera, giovedì 21 aprile, all’Auditorium Vivaldi di Cassola, per la prima edizione del festival “Le Notti de Il Bandito”, in programma dal 21 al 23 e dal 28 al 30 aprile.
Sul palco, a salutare il pubblico, introdurre gli ospiti e a moderare la serata, un infaticabile Gianfranco Gandolfi, ideatore di un’iniziativa che già dal primo appuntamento toglie ogni dubbio circa il taglio culturale che si propone.
Prima dell’inizio, una dedica speciale a un artista e scrittore speciale recentemente scomparso, che ha raccontato con maestria e la necessaria ferocia i nostri luoghi e i nostri tempi, non nominato ma comparso in fotografia sullo schermo dell’Auditorium.

Pierpaolo Capovilla all'Auditorium Vivaldi di Cassola (fonte FB)

Il primo appuntamento ha avuto come protagonista Pierpaolo Capovilla cantautore e fondatore degli One Dimensional Man e de Il Teatro degli Orrori, che ha dato voce alla poesia di La religione del mio tempo, un omaggio al pensiero e all’opera di Pier Paolo Pasolini. Capovilla, con Arlo Bigazzi e Flavio Ferri, ha dato il la anche a un momento chiamato dagli organizzatori “In*conversazione”, che prevedeva anche la presenza di Alex Dematteis, giornalista musicale di stanza a Manchester, e che si è svolto invece in un dialogo a tre.
Molto interessanti le riflessioni poste in gioco e rilanciate agli intervenuti sul senso del presente e dell’interessarsi di poesia dove, senza pretesa di prendersi troppo sul serio, le voci si sono intrecciate e sono entrati in dialogo tra gli altri Marcuse, Socrate e la sua parresia e Majakovskij, oltre naturalmente a Pasolini.
È seguita un’improvvisazione sonora, una chicca per intenditori, a cura dei due polistrumentisti intitolata: “Le Formidable Bordel”.
Spazio infine alla suggestiva lettura scenica di Capovilla dei testi tratti dalla celebre raccolta poetica di Pasolini, del quale quest’anno ricorrono i cento anni dalla nascita. Quello che il musicista, e autore, e pensatore, porta da tempo nei teatri e sui palchi è un reading di quelli dove il ritmo, i toni profondi, le variazioni e i silenzi della sua voce sono del tutto a servizio della poesia. A tratti la sua lettura ha ricordato a chi la conosceva le letture inconfondibili dello scrittore vicentino scomparso, le parole connesse tra loro in un fluire fluviale tra anse blues e jazz. «Leggere Pasolini oggi può essere utile» afferma Capovilla dal palco: i temi di cui parlò quel Pasolini ancora giovane, tra gli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento, in una danza tra ideologia e poesia, risuonano ancora attuali e capaci di suscitare pensiero, affermano con altri esempi d’intorno la capacità visionaria del poeta e della poesia.
La conclusione è affidata alla struggente Una luce, nella quale Pasolini rivolge lo sguardo alla madre e scrive: ed è tremendo, e dolce: che non c’è mai disperazione senza un po’ di speranza. Ogni tempo ha la sua religione, verrebbe da dire, ma tutte le religioni in fondo si somigliano.
Questa sera, venerdì 22 aprile, seconda serata del festival in compagnia di Tiziano Scarpa e Debora Petrina. A precederli sul palco saranno Marco Crivellaro e Federico Motta, per un duo pianoforte e violoncello. Sabato 23 aprile, chiuderà il primo fine settimana del festival “Mephisto Ballad”, uno spettacolo-concerto nato dall’omonimo album dedicato al Faust di Goethe firmato Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi. Ad aprire l’incontro sarà la giovane cantautrice marchigiana Talèa.

Più visti

1

Attualità

02-12-2022

Dynasty

Visto 6.390 volte

2

Musica

03-12-2022

Three Men Apart al Remondini

Visto 3.452 volte

3

Attualità

08-12-2022

Sturmtrippen

Visto 2.619 volte

4

Magazine

07-12-2022

Bassano che legge

Visto 2.177 volte

5

Calcio

04-12-2022

Bassano bum bum

Visto 2.089 volte

6

Attualità

09-12-2022

The Special One

Visto 1.096 volte

7

Calcio

08-12-2022

Vittoria fondamentale

Visto 822 volte

8

Politica

09-12-2022

Un pass avanti

Visto 252 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 12.369 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 9.180 volte

3

Politica

29-11-2022

Pietrosante non è un’opinione

Visto 8.252 volte

4

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.195 volte

5

Cronaca

29-11-2022

Coming Home

Visto 8.123 volte

6

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.641 volte

7

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.591 volte

8

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.490 volte

9

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.441 volte

10

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.389 volte