Pubblicato il 27-07-2017 19:09
in Teatro | Visto 1.050 volte

Passeggiando col Teatro

Si inaugura venerdì 28 luglio alle 21 il nuovo progetto “Passeggiate Teatrali” del cartellone di Operaestate Festival. Riflettori sul territorio e sulle sue ricchezze. Prima tappa: il parco di Villa Rossi a Santorso

Passeggiando col Teatro

Carlo Presotto

Va in scena venerdì 28 luglio alle ore 21 la prima delle “Passeggiate Teatrali” che Operaestate Festival dedica alla scoperta del territorio e delle sue storie, affidandole a performer e attori, che invitano il pubblico a seguirli, per una volta, non solo con la mente e con il cuore, ma anche passeggiando.
Protagonista di questa prima tappa il parco di Villa Rossi a Santorso, per Notturno a Parco Rossi, de La Piccionaia con Carlo Presotto e Agata Keran; un evento inserito nel ricco cartellone di Operaestate, in collaborazione con il Comune di Santorso e con il sostegno delle aziende partner.
Prima di una serie di passeggiate teatrali ideate quest’anno dal festival per accompagnare gli spettatori alla scoperta di luoghi e paesaggi, Notturno a Parco Rossi è una conversazione attorno ai segreti e alla storia del complesso di Villa Rossi, curata dalla storica dell’arte Agata Keran, seguita da un percorso serale all’interno del Parco con la conduzione di Carlo Presotto.
Grazie al sistema Silent Play, i partecipanti potranno esplorare le bellezze del luogo e ascoltare contenuti multimediali e interventi dal vivo sul tema della notte.
Silent Play è un progetto di drammaturgia dei luoghi, una vera e propria audio guida teatrale urbana, interattiva, poetica e giocosa. È una serie di itinerari da percorrere a piedi, per una piccola comunità in movimento condotta da un attore performer, ma anche uno spettacolo diffuso, che è al contempo esperienza ludica interattiva, progetto di indagine e azione resiliente di cittadinanza.
Parco Rossi è un giardino romantico situato alle pendici del monte Summano ed è l'elemento cardine di un sistema complesso che comprende la villa con relativo parco, a monte, e il podere modello, a valle. Voluto da Alessandro Rossi e progettato dall’architetto Antonio Caregaro Negrin tra il 1865 e il 1884, è tra i principali esempi di parco paesista del nord Italia.
All’ingresso il visitatore è accolto dal laghetto circondato da una serie imponente di piante secolari ed esotiche, che conduce subito in un ambiente magico e senza tempo. Il proseguire della passeggiata è tutta all’insegna del tipico giardino Ottocentesco: vialetti sinuosi, architetture rustiche, evocazioni archeologiche, giochi d’acqua, piante esotiche e autoctone, composte con spettacolare maestria per creare un insieme pittoresco in grado di affascinare e stupire.

Ingresso: biglietto unico 5€ con prenotazione obbligatoria.
Info: Biglietteria Operaestate
Via Vendramini 35, Bassano - 0424.524214
Tutto il programma del festival su: www.operaestate.it

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti