Pubblicato il 27-06-2014 16:33
in Cinema | Visto 2.569 volte

Torna il Grande Cinema di Operaestate

Sessantadue film in due mesi: grandi registi, film dai festival più prestigiosi, interpreti d'eccezione, con uno sguardo al cinema indipendente e meno noto, senza dimenticare gli spettatori più giovani.

Torna il Grande Cinema di Operaestate

Fotogramma dal film "Gravity" di A.Cuaròn, in programmazione martedì 1 luglio.

Dal 1 di luglio torna il grande cinema al Giardino Parolini di Bassano con il Cinefestival, progetto cinematografico di Operaestate.

Ad aprire la rassegna “Gravity”, di Alfonso Cuaròn, premiato con 7 Oscar alla scorsa edizione, tra cui quello di miglior regista, per una storia di disperazione e speranza ambientata nello spazio che vede protagonisti due notevoli attori: Sandra Bullock e George Clooney.
Tra gli altri grandi registi, protagonisti dei più recenti festival cinematografici mondiali: Woody Allen con “Blue Jasmine” anch’esso premiato agli scorsi Oscar con la statuetta per miglior attrice a Cate Blanchett; il premio Oscar come miglior film “12 anni schiavo” di Steve McQueen; dal festival di Cannes “La vita di Adele” di Abdel Bechiche; e dal Festival del Cinema di Venezia “Sacro GRA” di Gianfranco Rosi.

Tanti i titoli dal cinema italiano, tra cui i registi già affermati come il Virzì di “Il Capitale Umano”, il Mazzacurati di “La sedia della felicità” e il Lucchetti di “Anni felici”.
Da non perdere l’incontro con il regista Andrea Segre prima della proiezione del suo film “La prima neve”.
E parlando di “prime”, da tenere d’occhio anche i registi italiani “debuttanti” come Pif, fenomeno giovane del piccolo schermo, che porta il suo stile consolidato nel programma tv “Il testimone” nel film “La mafia uccide solo d’estate”; ma anche storie come quelle narrate da Sidney Sibilia con “Smetto quando voglio”, da Matteo Oleotto in “Zoran il mio nipote scemo”, fino a “Piccola Patria” di Alessandro Rossetto e “La mia classe di Daniele Gaglianone.

Focus anche sul cinema americano con un programma per tutti i gusti: dai cultori del maestro Scorsese, di nuovo in collaborazione con Leonardo di Caprio in “The wolf of Wall Street” (in gara agli scorsi Oscar contro “Dallas buyers Club”, anch’esso in programmazione); ai toni più taglienti di David O. Russell con “American Hustle”; allo sguardo sui giovani ossessionati dal lusso delle star americane in “The bling ring” di Sofia Coppola.
Da non dimenticare l’appuntamento con i fratelli Coen e il loro “A proposito di Davis”; con il film “Lei”, che ha come protagonista la voce di Scarlett Johansson e con il toccante “Philomena” di Stephen Frears.

Contributi anche dai cinema meno noti: grazie all’indiano “Lunchbox” di Ritesh Batra, ai due film cinesi “The Grandmaster” e “Il tocco del peccato”, e al colorato e contraddittorio “Gloria” di Sebastian Lelio.

Particolare attenzione al cinema d’essai europeo con il danese “Royal Affair” e una notevole lista di film francesi, tra cui il divertente “Molière in bicicletta”, l’ironico “Tutto sua madre” di e con Guillaume Gallienne, l’ultimo film del grande maestro François Ozon “Giovane e bella”, e “Belle e Sebastien” di Nicolas Vanier e il Vincent Cassel de “La bella e la bestia”.

Oltre a “Sacro GRA”, tra i documentari segnaliamo “Vado a scuola”, toccante lavoro di Pascal Plisson, e “Amazzonia” di Luc Marescot e Thierry Ragobert.

Di Amazzonia si parla, ma con toni molto più leggeri, anche nel film per i più giovani “Rio 2”; programmato insieme a “Frozen”, “Cattivissimo me 2” e “La città incantata”.
Da non dimenticare i cartelloni di Thiene (Villa Fabris), Montecchio Maggiore (Castello di Romeo), Schio (Villa Toaldi Capra) e Dueville (Busnelli Giardino Magico), insieme al tradizionale “Gallio Film Festival” dedicato alle opere prime e al nuovo “Marostica Sapore di cinema” che unisce cinema e cibo.

Info www.operaestate.it

    LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

    In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

    Più visti