Canova
Canova

Laura VicenziLaura Vicenzi
Giornalista
Bassanonet.it

Mostre

Giovani artisti emergenti

A Crespano, sabato 27 ottobre, alla Ricevitoria inaugura una collettiva organizzata da Enrico Minato

Pubblicato il 24-10-2012
Visto 3.049 volte

Canova

Sabato 27 ottobre alle ore 17 alla “Ricevitoria” di via Dell’Angelo Custode, a Crespano del Grappa, Enrico Minato inaugurerà la mostra “Giovani artisti emergenti” e presenterà la sua terza Biografia d’Artista www.enricominato.com. La mostra sarà ospitata alla Ricevitoria fino al 18 Novembre ed è visitabile su appuntamento telefonico, le domeniche rimarrà aperta al pubblico dalle ore 15 alle ore 19. Nel giorno dell’inaugurazione sono stati organizzati un laboratorio per bambini e uno spazio dedicato alla ceramica Raku. All’interno dello spazio espositivo trovano posto le loro opere numerosi artisti emergenti. Le loro presentazioni:
ΔLE: nei suoi lavori racchiusi in supporti non convenzionali, esprime quel dissidio proprio dell’uomo causato dai nuovi media; servendosi sempre di una velatura ironica e graffiante propone un’attenta critica a ciò che circonda l’essere umano;
Angelica Zilio: i suoi lavori, caratterizzati da una sottile linea di penna biro, rendono visibili oggetti inconsci e incontri tra materia-forma e spirito; non ci sono piani (o spessori), ma velature di chiaroscuri e semplici intrecci che lasciano spazio alla fantasia;

Enrico Minato

Arianna Sperotto: si avvicina alla pittura in modo personale realizzando un’idea di spazio sconfinato, “un campo brullo e desolato è come un uomo senza idee, è la sensazione di qualcosa di perso che invece poteva fruttare e realizzarsi”;
Martina Lollato: i suoi quadri nascono da paesaggi interiori, da suggestioni quotidiane e stati d’animo; ritmo, energia e immaginazione sono gli ingredienti fondamentali delle sue composizioni;
Monocollettivo: la familiarità con le nuove tecnologie, assieme al desiderio di sperimentare con diversi mezzi espressivi, ha fatto si che il gruppo si affermasse nell’ambito delle installazioni audiovisive, nella video art e nella musica elettronica;
Damiano Zanchetta: il materiale è il protagonista indiscusso delle sue opere; la sua sperimentazione si libera sottoforma di vibrazioni che danno vita a rappresentazioni reali e astratte con una particolare attenzione per il colore e per la composizione;
Marta Berton: nei suoi lavori materiali e tecniche si adeguano alla necessità della ricerca teorico/visiva e si distinguono per la sperimentazione sempre diversa nell'uso della materia.
L’ingresso è libero.

Più visti

1

Politica

28-11-2022

Grande Fratello Vip

Visto 6.918 volte

2

Cronaca

29-11-2022

Coming Home

Visto 6.731 volte

3

Politica

29-11-2022

Pietrosante non è un’opinione

Visto 6.719 volte

4

Attualità

29-11-2022

L’industriale e il contadino

Visto 5.338 volte

5

Attualità

29-11-2022

L’erba del vicino

Visto 4.958 volte

6

Lavoro

26-11-2022

È sparito il potere d’acquisto

Visto 4.120 volte

7

Teatro

29-11-2022

LA stagione teatrale bassanese apre con Servo di scena

Visto 2.644 volte

8

Attualità

01-12-2022

L’Isola dei Dubbiosi

Visto 1.412 volte

9

Attualità

01-12-2022

Le due verità

Visto 1.410 volte

10

Magazine

01-12-2022

Una Madonna, un artista e Tre Briganti

Visto 1.103 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 12.276 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 8.415 volte

3

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.147 volte

4

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.585 volte

5

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.551 volte

6

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.452 volte

7

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.389 volte

8

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.329 volte

9

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.284 volte

10

Attualità

10-11-2022

Sei personaggi in cerca di attori

Visto 6.923 volte