Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 08-07-2021 16:52
in Attualità | Visto 8.319 volte

Masolo, ma accompagnato

Bicicletta, territorio e ambiente: Renzo Masolo eletto nuovo presidente di FIAB Bassano. Sarà affiancato da un direttivo allargato per una migliore suddivisione dei compiti e il rilancio dell'attività associativa

Masolo, ma accompagnato

Il nuovo direttivo allargato di FIAB Bassano

Masolo, ma accompagnato. Da più persone. Renzo Masolo, frontman della “cultura della bicicletta” bassanese, è stato eletto nuovo presidente di FIAB Bassano, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, in occasione dell'assemblea per il rinnovo delle cariche elettive. Riceve il testimone dal presidente uscente dell'associazione Guido Berizzi.
Eletti anche i componenti del nuovo consiglio direttivo: ma sarà un “direttivo allargato”, per il dichiarato obiettivo “di garantire operatività e rilancio dell'associazione nel territorio bassanese per il prossimo mandato”, come dal comunicato stampa che segue:

COMUNICATO

Rinnovo delle cariche in FIAB Bassano. Guido Berizzi passa il testimone a Renzo Masolo. Un Direttivo allargato per dividersi meglio i compiti

Novità in FIAB Bassano (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta).
Dopo la fase emergenziale della pandemia, FIAB Bassano cerca di riorganizzarsi e rilanciare il suo impegno nel territorio bassanese con un gruppo di lavoro rinnovato e tanto entusiasmo e ottimismo.
Il 22 maggio scorso si è tenuta l'assemblea elettiva al Ridotto Remondini in seguito alla quale si è creato il nuovo Direttivo costituito da 5 membri: Alessandro Baldo, Renzo Masolo, Eva Nardulli, Paolo Puppi e Marco Turcato.
Successivamente il CD ha eletto all’unanimità Renzo Masolo nuovo presidente di FIAB Bassano e definito le altre cariche sociali per il biennio 2021/2022. Il neoeletto presidente sarà affiancato da Alessandro Baldo, vicepresidente e tesoriere e da Paolo Puppi, segretario. Il Consiglio Direttivo ha proposto di includere altri tre soci: Ruggero Favero come primo dei non eletti, il presidente uscente Guido Berizzi e il socio storico Marcello Pasetto a supporto del Direttivo.

Si è creato così un "Direttivo allargato", un gruppo di lavoro di 8 elementi che si è trovato in sede di viale delle Fosse per pianificare le prossime attività associative.
Il gruppo si è diviso i compiti per cercare di garantire operatività e rilancio dell'associazione nel territorio bassanese per il prossimo mandato.
Eva Nardulli sarà referente e coordinatrice del gruppo escursioni; Marco Turcato referente per le attività della Ciclofficina Movi-Menti, che ogni mercoledi dalle 18.30 alle 20.30 è aperta per consigli, assistenza tecnica e piccole riparazioni da fare insieme ai volontari; Ruggero Favero e Alessandro Baldo si occuperanno della comunicazione e del rapporto con la "bike-economy" (categorie economiche, cicloturismo, eventi ecc..); Paolo Puppi, oltre al ruolo di segretario seguirà i contatti con i soci e la commissione tecnica nazionale; Marcello Passetto è il Referente Area Legale-amministrativa seguirà quindi la contabilità e per l'osservazione della mobilità cittadina; infine Guido Berizzi continuerà a seguire il progetto ministeriale Green to Go e aiutare il nuovo gruppo nelle relazioni esterne con il territorio bassanese e con le altre Fiab, facendo da facilitatore e mettendo a disposizione la sua esperienza di presidente uscente.
Il nuovo presidente Renzo Masolo ringrazia tutti i soci che sostengono questa associazione, il gruppo direttivo per la fiducia dimostrata nei suoi confronti e Guido Berizzi per il prezioso lavoro svolto in questi due mandati da presidente sempre attivo, efficiente e coinvolgente.
“È stato un periodo molto difficile, la pandemia ci ha fatto ragionare e capire quali devono essere le priorità per il futuro - sostiene Masolo -, è necessario impegnarsi per un modello di mobilità europeo guardando alle buone pratiche di quelle città che hanno avuto il coraggio di fare scelte per il bene dei cittadini e cittadine. Cambiamenti climatici, Inquinamento, salute e prevenzione, sicurezza stradale e autonomia dei ragazzi e ragazze, gestione del traffico urbano, cicloturismo e sviluppo della bike-economy, trasporto pubblico e trasporto bici (in particolare nei treni), educazione alla mobilità nelle scuole, collaborazione con le altre associazioni del territorio e con le categorie economiche, il sostegno di un Marchio d'Area sempre più necessario per l'attrattività del territorio, il mettersi a disposizione delle amministrazioni comunali perché facciano scelte coraggiose sempre più urgenti e improcrastinabili, questi saranno i nostri impegni da avviare da settembre in occasione della settimana Europea della Mobilità.”
Infine Masolo aggiunge:
“Faremo delle proposte realizzabili e utili per il territorio: concretizzare l'Hub per Mobilità ciclistica all'ex ospedale (Bicistazione); installare i portabiciclette che il Centro Storico e la stazione ferroviaria aspettano da tanti anni; spingere perché sia conclusa finalmente la ciclovia del Brenta nel tratto bassanese; promuovere una mobilità cittadina senza più morti e feriti; organizzare eventi di sensibilizzazione rivolti alle scuole e ai quartieri; programmare una serie di gite; fare proposte su come utilizzare nel migliore dei modi gli investimenti che il governo riuscirá a portare nei territori con i fondi del PNRR e logicamante segnalare puntualmente le criticità del territorio dando voce a quei cittadini e cittadine che pretendono una Bassano più rispettosa dell'utenza debole. Infine, ultimo ma importantissimo, il tema della accessibilità che ci interessa molto, avendo a disposizione due biciclette speciali, che intendiamo sviluppare con le Associazioni competenti.”

C'è ancora molta strada da fare...noi ci siamo !

Il CONSIGLIO DIRETTIVO DI FIAB BASSANO a.p.s.

Pubblicità

Opera EstateMostra

Ultimora

Più visti