Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 30-07-2018 21:22
in Attualità | Visto 4.314 volte
 

Alla Luce del Social

L'Amministrazione Poletto pagherà 20mila euro a un'agenzia di comunicazione di Torino per incrementare nei prossimi cinque mesi “l’informazione istituzionale del Comune, con particolare attenzione all’ambito dei social network”

Alla Luce del Social

Foto Alessandro Tich - archivio Bassanonet

Il periodo relativo all'incarico è di cinque mesi: dal 1 agosto, e cioè da dopodomani, al 31 dicembre 2018. Ma il contratto è eventualmente rinnovabile fino a un massimo di ulteriori sei mesi. La qual cosa corrisponderebbe all'ultimo semestre del mandato dell'Amministrazione Poletto, compreso il mese della campagna elettorale per le amministrative 2019. E nel qual caso - come specificato dalla determinazione dirigenziale di affidamento del servizio - “l'Amministrazione comunale assumerà un nuovo impegno di spesa”, proporzionale al numero dei mesi di durata del rinnovo.
Intanto il primo impegno di spesa è già assunto: 16.658,00 euro oltre Iva al 22%, per un importo complessivo di 20.322,76 euro. Sarà questo il corrispettivo a carico delle casse pubbliche per i servizi che saranno resi al Comune di Bassano del Grappa dall'agenzia di comunicazione Quorum di Diamanti, Policastro, Pregliasco & Co. S.a.s. con sede a Torino. Come apprendiamo dal sito internet agenziaquorum.it, la società prescelta dall'Amministrazione bassanese si presenta innanzitutto come “un istituto di ricerca quantitativa e qualitativa”, attivo nella realizzazione di sondaggi e focus group.
Un core business, per così dire, di famiglia: uno dei soci, Giovanni Diamanti, è infatti figlio del celebre sociologo, politologo e sondaggista Ilvo. Ma si tratta anche di “un’agenzia di comunicazione politica e di strategia per campagne elettorali”.
Nei cinque mesi di collaborazione con gli uffici di via Matteotti Quorum avrà il compito di “incrementare qualitativamente e quantitativamente l’informazione istituzionale del Comune, con particolare attenzione all’ambito dei social network”.
Non solo: dovrà “migliorare e ottimizzare la connessione tra gli account istituzionali attualmente in carico all’Amministrazione comunale”, “integrare e supportare l’attività dell’ufficio stampa comunale attraverso la produzione di contenuti grafici e multimediali relativi alle attività istituzionali di interesse pubblico” e “ottimizzare l’organizzazione e curare la comunicazione di alcuni specifici eventi da individuare successivamente”.
Ergo: l'oggetto del contratto stipulato con l'agenzia riguarda “l'attività di comunicazione (ideazione, gestione, attuazione e animazione), tramite i principali social network, finalizzata alla valorizzazione e all’informazione delle iniziative istituzionali del Comune di Bassano del Grappa”.
Parte dunque ufficialmente l'annunciata controffensiva comunicativa dell'Amministrazione Poletto nel “rush finale” del suo quinquennio di governo.
E parte prendendo di petto le strategie di comunicazione nel canale dove fino ad oggi è stata più vulnerabile: quello dei social.
Il documento di incarico rileva a tale proposito che “risulta sempre più essenziale comunicare correttamente e nel modo più capillare possibile la messa in atto di determinate politiche pubbliche o iniziative” e prende atto che “l’importanza dei social network, da questo punto di vista, assume un valore sempre più importante e decisivo”.
La determina dirigenziale afferma che “attualmente, per quanto riguarda l'attività legata ai social network, la struttura comunale sviluppa la propria comunicazione con canali diversi, sia di interesse generale che destinati a pubblici specifici” e sottolinea “che si rende sempre più necessario aumentare lo sviluppo e coordinare tra di loro gli strumenti di comunicazione social già in uso e quelli di futuro utilizzo da parte dell’Amministrazione comunale”. Per questo motivo “è fondamentale affidarsi a figure professionali specializzate nei social media e nella comunicazione legata al mondo del web, tenuto conto dei profondi cambiamenti portati da web, social e chat che consentono di migliorare il rapporto tra l’ente e i cittadini con una comunicazione sempre più chiara, trasparente, immediata e partecipativa”.
Ma, ahimè, “è stata verificata l'impossibilità di ricorrere - nell’immediato - a personale interno già formato per lo svolgimento delle prestazioni professionali necessarie, a causa della mancanza di professionalità adeguate in rapporto alle nuove tecnologie oltre che della carenza d’organico del personale dell’Ufficio Stampa (1 sola unità), impegnato in altre attività di comunicazione, attività amplissime per un Comune con più di 43.000 abitanti”.
Da qui la decisione di affidarsi ad un servizio esterno.
Come già ampiamente messo in pratica nell'ambito degli incarichi e delle consulenze professionali per il Ponte, inferiori alla soglia dei 40mila euro, anche in questo caso il Comune ha avviato una procedura di gara mediante “trattativa diretta”.
Attraverso la piattaforma Me.P.A. (Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazioni) ha attivato tre procedure di affidamento diretto del servizio, rivolte ad altrettanti operatori economici del settore: la Mr & Associati Comunicazione di Milano, la Comin & Partners di Roma e appunto la Quorum di Torino. Di queste tre imprese selezionate, solamente la Quorum ha formulato la propria offerta per il servizio richiesto, proponendo il prezzo di 19.990,00 euro oltre I.V.A. al 22% per complessivi Euro 24.387,80 relativamente ad una durata del servizio di 6 mesi. Ok il prezzo è giusto: ottenuta la documentazione relativa all'impresa e constatato “che le verifiche effettuate non hanno fatto emergere nulla di ostativo all’affidamento del servizio alla ditta in questione”, si è proceduto alla formalizzazione dell'incarico.
Alla Luce del Social: dal 1 agosto sarà il nuovo mantra della comunicazione dell'Amministrazione di Bassano. Affidato ad una agenzia specializzata che nel suo portfolio-clienti - sempre come riscontrabile nel suo sito internet - vanta la gestione delle campagne elettorali di personaggi politici come il sindaco di Milano di area PD Beppe Sala, l'assessore comunale PD di Milano Pierfrancesco Majorino, il governatore PD della Regione Campania Vincenzo De Luca, la governatrice PD della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, l'europarlamentare PD (poi dimessasi per concorrere alla presidenza del Veneto) Alessandra Moretti, la candidata PD all'Europarlamento Manuela Bora e il candidato alle elezioni primarie del PD 2013 Pippo Civati.
Un'agenzia specializzata, per davvero.

Più visti