Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 29-12-2015 14:17
in Cronaca | Visto 2.030 volte
 

Fuoco sull'Altopiano

Riprese all'alba di oggi le operazioni di spegnimento del pauroso rogo divampato tra il Portule, Cima Bocchetta e Cima Larici. In fiamme 100 ettari di bosco. Altri incendi boschivi a Gallio e a Camporovere

Fuoco sull'Altopiano

Foto: Vigili del Fuoco comando provinciale di Vicenza

Sono riprese all’alba di oggi le attività di spegnimento del pauroso incendio di bosco divampato ieri tra il massiccio del monte Portule, Cima Larici e Cima Bocchetta sull'Altopiano di Asiago, a 2000 metri circa di altitudine, ai confini col Trentino. Dalle ore 9 stanno operando sull’incendio due Canadair dei vigili del fuoco decollati da Genova e Ciampino, che si riforniscono d’acqua sul lago di Caldonazzo. Circa 100 gli ettari interessati dalle fiamme. Il fronte dell'incendio si è considerevolmente allargato rispetto a ieri, a causa del vento e del terreno molto secco per mancanza di neve.
Sul posto stanno operando anche tre elicotteri, due Trentini e uno della regione Veneto che dal primo mattino hanno contrastato il fronte dell’incendio di cima Larici. In esaurimento il fronte del Portule, dopo aver bruciato gran parte della vegetazione. Controllato dai vigili del fuoco per tutta la notte il fronte di Cima Bocchetta a 1800 metri per impedire che le fiamme scendessero di quota.
Sempre sull'Altopiano, un incendio di sottobosco è stato segnalato alla sala operativa del 115 alle ore 9.30 nella zona di Val di Nos in territorio comunale di Gallio. Sul posto sta operando un modulo incendio boschivo dei pompieri di Asiago. Un’altra segnalazione alle 9.40 della ripresa di un incendio a Roana spento nella serata di ieri a Camporovere, nella zona di Forte Rasta. Sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco di Schio.
Sulle cause degli incendi al momento non viene esclusa nessuna ipotesi, compresa l'eventuale origine dolosa.