Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 14-09-2014 22:21
in Politica | Visto 2.666 volte
 

La Rosanna furiosa

Tribunale: la senatrice Filippin risponde “furente” all'attacco rivolto nei suoi confronti dal presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bassano Francesco Savio. “Su di me accuse strumentali, su questa questione si è oltrepassato il limite”

La Rosanna furiosa

Rosanna Filippin: "Vigliacco cercare un capro espiatorio sul Tribunale" (fonte immagine: pdmarostica.blogspot.it)

In questi giorni Rosanna Filippin sta scalando le classifiche di presenza e di presenzialismo nelle cronache locali. Inevitabile, visto che il mirino delle lamentele per l'infelice esito della vicenda del Tribunale di Bassano è puntato soprattutto su di lei, “colpevole” agli occhi di alcuni influenti addetti ai lavori di non aver saputo adeguatamente rappresentare a Roma le istanze del territorio per il salvataggio del presidio di giustizia. E' la sintesi delle accuse lanciate nei suoi confronti su articoli di stampa dal presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bassano del Grappa Francesco Savio, che riconosce invece l'impegno, sul fronte dei tentativi di ripristinare il Tribunale bassanese, dei politici della Lega Nord.
Apriti cielo: per la Filippin si tratta di “accuse strumentali” che servono “solo ad accendere il dibattito per i prossimi appuntamenti elettorali”. Aggiungendo che “è vigliacco cercare un capro espiatorio sul Tribunale” e che “su questa questione si è oltrepassato il limite”. Questo ed altro nel comunicato stampa trasmesso dalla parlamentare in redazione, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

SAVIO (PRESIDENTE AVVOCATI BASSANO) ATTACCA, FILIPPIN (PD) RISPONDE: «VIGLIACCO CERCARE UN CAPRO ESPIATORIO SUL TRIBUNALE. SU DI ME ACCUSE STRUMENTALI»

Alla fine i giochi si sono chiusi: Governo e Ministro della Giustizia non sono intervenuti a favore della riapertura del Tribunale di Bassano. La data del 13 settembre (termine ultimo per il Ministro di intervenire sulla legge delega sulla geografia giudiziaria) è alla fine arrivata e di decreti correttivi neanche l'ombra.
E dopo i duri attacchi del presidente degli avvocati Savio nei suoi confronti, la Senatrice bassanese del PD Rosanna Filippin decide di intervenire e lo fa proprio partendo da un ragionamento sulla legge delega: «In genere sono una persona paziente e tollerante, ma su questa questione si è oltrepassato il limite. Ancora una volta si nota quanta poca memoria politica hanno alcuni italiani, anche se pensavo che i signori dai quali ho ricevuto gli attacchi avessero un po' più di intelligenza per capire che le colpe non stanno da una parte sola. Certe persone si dimenticano che la legge che ha accorpato il Tribunale di Vicenza è stata votata da Lega e PdL indistintamente, quando ancora queste due forze politiche andavano a Roma a braccetto e facevano leggi che hanno rovinato l'Italia».
«Qual è la differenza tra una persona matura e una che non lo è? - chiede furente la senatrice bassanese - La prima si prende le proprie responsabilità, la seconda invece cerca di togliere la pagliuzza nell'occhio del vicino senza vedere la trave nel proprio! Io ammetto e ribadisco che il PD è in concorso di colpa per non aver salvato il Tribunale; non ho paura di dire che Orlando ha sbagliato a non prendere una decisione, ma provo rabbia verso chi mi attacca personalmente dicendo che "solo la Lega si è battuta"».
Accuse strumentali che la Senatrice dem rispedisce al mittente ricordando tutte le iniziative promosse dal PD bassanese e dalla sua parte politica.
«Dagli incontri con i cittadini alla petizione online, dall'incontro con Poletto e la Serracchiani all'incontro con Orlando a Vicenza quest'estate - ricorda Filippin - e se non ricordo male a quest'ultimo incontro ha partecipato lo stesso Savio. Si dice che solo la Lega ha fatto qualcosa? Io dico che proprio la Lega si è aggiunta in ritardo nella lotta a favore del Tribunale di Bassano: nessuno si ricorda infatti di un illustre politico cittadellese che affermò che "del Tribunale di Bassano non gliene fregava nulla (eufemismo)"».
«Ho la netta sensazione che le uscite di questi giorni contro di me siano strumentali e servano solo ad accendere il dibattito per i prossimi appuntamenti elettorali. Io che invece sono una persona seria tengo gli occhi fissi sulla palla e vado avanti (anche da sola se serve) con la mia battaglia: perché non finisce qui».
Pubblicato da michelebrunelli il 14 set 2014 22:29 | Segnala abuso
Il limite l'hanno passato i sapientoni di stanza a Roma - quelli che "Bassano è in prov. di Belluno. Prenditela con loro. Là è stata presa la decisione sbagliata. Là non si sono prese decisioni correttive. Là si persevera con arroganza nell'errore. Là devi arrabbiarti.
Pubblicato da marco85 il 14 set 2014 22:35 | Segnala abuso
Non ha molto senso dar contro a chi ha fatto la legge, se comunque il tuo governo poteva rimediare a quell'"errore" (per chi ritiene sia tale). Nei fatti entrambi gli schieramenti hanno fatto e che quindi condividono lo stesso disegno: ridurre le circoscrizioni giudiziarie. Perché non limitarsi ad ammettere la cosa, evitando di arrampicarsi sugli specchi? Sarebbe più dignitoso e non è escluso che tolga voti, invece di darne. Se invece gli elettori si sentono presi per i fondelli, il loro voto te lo tolgono eccome.
Pubblicato da donchisciotte il 14 set 2014 23:46 | Segnala abuso
Sarai anche furiosa ma la verità è che non conti un tubo.
Pubblicato da ml69 il 15 set 2014 00:56 | Segnala abuso
Pensava di avere vita facile visto l'appartenenza dello stesso partito, assaporando il successo prima della partita , tipico della sx ma non ha fatto i conti con il suo peso , pari a 0.
Pubblicato da abc il 15 set 2014 07:55 | Segnala abuso
ahi ahi ... che brutta c....a che ha pestato .... Prepariamoci a breve sarà colpa della SERENISSIMA che qualche secolo fa aveva istituito il Tribunale di Bassano del Grappa. Solo l'era fascista era riuscita a sopprimerlo, ora abbiamo chi c'è riuscito una seconda volta. Non male per un PAESE DEMOCRATICO, che con questa mossa, complica ulteriormente (come se non bastasse) la vita dei propri cittadini. Buona giornata abc "Cittadino DI Bassano"
Pubblicato da dredd il 15 set 2014 09:21 | Segnala abuso
È inutile incazzarsi cara Filippin!! È semplice, se sbagli paghi!! A casaaaa!!!!
Pubblicato da beggar70 il 15 set 2014 10:05 | Segnala abuso
Esatto. A casa lei, a casa Zaia. E a casa anche savio, che più che sputazzare a vanvera non ha fatto.
Pubblicato da buscoi il 15 set 2014 12:05 | Segnala abuso
....bella foto....cos'è un SELFILIPPIN?
Pubblicato da marco64 il 15 set 2014 12:53 | Segnala abuso
Rosanna, se una persona è abituata a fare comunicati stampa polemici (e tu sei esperta al pari di Finco, Mara Bizzotto e Donazzan sull'argomento) non ti puoi arrabbiare se poi altri polemizzano con te. La tua collega senatrice leghista Stefani si limita nelle uscite polemiche e infatti nessuno ha provato ad accusarla di non essersi spesa per il tribunale di Bassano. Poi ci sono ruoli in cui una persona ha più possibilità di altri per modificare le scelte, e se non ci riesce si cerca di farlo notare in modo più o meno soft. Tuoi colleghi avvocati di area politica mi hanno fatto notare più volte come, da segretario regionale del PD, latitavi sulla questione. Se si parte in ritardo gli spazi di manovra si restringono. Se poi, cambiando ruolo, si continua a votare qualsiasi cosa il governo porta all'attenzione del Parlamento e non si fa pesare il dissenso ... Ai tempi della crisi delle Smalterie il senatore del bassanese era Bisaglia e gli fu detto che o trovava una soluzione oppure poteva trovarsi un altro collegio per farsi eleggere (e Bassano era il collegio in cui la DC aveva la percentuale più alta del Veneto). Leggiti il libro sulla storia delle Smalterie e vedi come è andata a finire, ma ti anticipo che Bisaglia è sempre stato rieletto finchè non è morto. Questo significa rappresentare un territorio, non sbraitare e votare sempre a comando, a prescindere dal fatto che il tuo partito ti ascolti.
Pubblicato da avner84 il 15 set 2014 14:26 | Segnala abuso
La Sen. Filippin potrebbe dimostrare di avere una dignità semplicemente lasciando il partito, che in questi anni l'ha presa in giro riguardo la questione tribunale, e passare al gruppo misto, votando contro ogni decisione del Governo...ma si sa tra dire e il fare c'è di mezzo il mare...
Pubblicato da amorello il 15 set 2014 15:30 | Segnala abuso
mah....mi sembra che tutti seguano i voti che dovrebbe dare il tribunale. Forse realisticamente il nuovo tribunale come la battaglia per il vecchio è tutta un'operazione clientelare...come dice quell'avvocato di Bassano unica mosca bianca nel contesto urlante....ed in Germania i tribunali sono regionali!!
Pubblicato da buscoi il 15 set 2014 15:57 | Segnala abuso
quoto marco64
Pubblicato da piubello il 15 set 2014 19:37 | Segnala abuso
Siamo in Italia! Chi rinuncerebbe a una profumata poltrona alla camera o al senato, conquistata grazie a gerarchie di partito e "legittimata" a suon di voti ricevuti per promesse elettorali poi non mantenute?!? La MERITOCRAZIA non è solo uno slogan !!! Dimissioni subito.
Pubblicato da campesano il 15 set 2014 23:34 | Segnala abuso
"Quanto maggiore è l'incapacità di un popolo, tanto più ciò di cui ha bisogno non è avere più governo ma meno." (Nicolás Gómez Dávila)
Pubblicato da sienavenezia il 16 set 2014 18:15 | Segnala abuso
Basta il tribunale è morto, tra un po' anche i carabinieri...tutti posti interessanti per far dimorare gli spacciatori di padova in libera uscita a Bassano e Vicenza, grazie di cuore
Pubblicato da maelstrom il 19 set 2014 13:08 | Segnala abuso
A me piacerebbe proprio sapere come è andata veramente. Certo la critica ci sta, ma in politica, si sa, vali per quello che riesci a dare al partito di riferimento in termini di voti...e altro. Se non sei un/una leader (così come tanti in parlamento e senato) o se non puoi fare qualcosa per questo o per quello, difficile che porti a casa qualcosa. Se poi sei una persona onesta, ancor meno. Questo vale per qualsiasi persona, di qualunque schieramento.
Pubblicato da vallesanlorenzo il 25 set 2014 08:39 | Segnala abuso
Vedo che tutti i commenti sono della stessa linea: la responsabilità é di tutta la POLITICA! Questi spazi web fanno ben riflettere! Grazie

Più visti