Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 07-08-2012 17:18
in Attualità | Visto 2.195 volte

LAV Bassano: “No ai pesci rossi in regalo alla sagra di Valstagna”

Il direttivo della LAV (Lega Anti Vivisezione) di Bassano del Grappa ha trasmesso al sindaco di Valstagna Angelo Moro, e per conoscenza agli organi di informazione locali, il comunicato che riportiamo di seguito:

COMUNICATO STAMPA LAV BASSANO

Egr. Sig. Sindaco di Valsatagna
c.a. Media

Siamo stati informati che viene presentata come “novità” nella Sagra in corso questi giorni nel Vostro Comune, la cessione di pesci rossi come premio della pesca di beneficienza.
Esprimiamo la nostra contrarietà e il nostro stupore, nel vedere offerti degli esseri viventi in premio come fossero un qualsiasi oggetto inanimato, ricorrendo a tattiche commerciali in voga 10-15 anni fa e facendole passare come novità. Crediamo sia superfluo dover spiegare nel 2012 quanto un’azione così “banale” sia diseducativa verso i cittadini adulti e bambini. Il banale gioco della pesca di beneficenza, costringe una persona a portarsi a casa una vincita non scelta; ma se in palio c’è un essere vivente, viene svalutato il rispetto verso la vita perché questa persona può solo imparare che “il premio” che ha vinto non ha alcun valore e lo si può buttare nel pattume assieme a tutti gli altri oggetti che di solito si vincono in giochi come questi.
Dei pesci che avrete regalato in questi giorni, quanti pensate avranno una vita lunga e degna? La maggior parte morirà nel giro di poco perché dimenticati, perché un impiccio, perché non si hanno le informazioni giuste su come custodirli. Decidere di occuparsi di un essere vivente deve essere una scelta ponderata e non la casualità di un gioco.
A supporto di quanto vi stiamo scrivendo c’è la progressiva scomparsa dell’abitudine di mettere in palio animali in vincite. Alcuni anni fa era consuetudine trovare pesci rossi come vincita tra le attrazione delle giostre itineranti, ora sono praticamente spariti anche perché dove non fosse arrivata una nuova etica di pensiero, sono arrivati i Regolamenti per la tutela degli animali che moltissime Amministrazioni Comunali stanno adottando e che nella stragrande maggioranza contiene una capoverso specifico che vieta di dare in premio animali, come ad esempio nel Regolamento del Comune di Bassano del Grappa che citiamo solo perché geograficamente più vicino.
Confidiamo che quella vasca di pesci rossi sul bancone della pesca di beneficenza, sparisca immediatamente e che questa iniziativa non venga più riproposta nelle prossime edizioni.

    Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

    Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

    Più visti