Pubblicato il 23-01-2010 21:54
in Teatro | Visto 3.389 volte

I cuori pensanti della Shoah

Donne e uomini del territorio bassanese sono invitati a partecipare alla serata per riflettere sull’orrore della tragedia del Novecento per eccellenza e interrogarsi sulla propria umanità.

I cuori pensanti della Shoah

L'entrata al campo di concentramento di Auschwitz.

Mercoledì 27 gennaio 2010, alle ore 21.00, va in scena, presso la Sala da Ponte di Bassano del Grappa, l’atto unico “I cuori pensanti della Shoah”, scritto e diretto da Enzo Rapisarda. Gli attori della Nuova Compagnia Teatrale di Verona daranno voce a testimoni illustri della Shoah quali Primo Levi, Etty Hillesum, Edith Stein, Hannah Arendt, all’interno di un emozionante spettacolo dal vivo nel quale le diverse arti espressive - recitazione, danza, canto, cinema – dialogano fra loro.

Donne e uomini del territorio bassanese sono invitati a partecipare alla serata per riflettere sull’orrore della tragedia del Novecento per eccellenza e interrogarsi sulla propria umanità. È necessario infatti, ancor oggi, cercare di “comprendere senza giustificare” quanto è avvenuto e mantenere sempre vivo il ricordo, in particolare nella società attuale in cui tutto scorre, freneticamente e banalmente, come in un videoclip.

Questo spettacolo è organizzato e finanziato da privati cittadini, membri di tre associazioni culturali bassanesi, i quali intendono così commemorare il "Giorno della Memoria", data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”. (Legge 20 luglio 2000, n. 211, Art.1)

Più visti