Pubblicato il 01-11-2020 09:03
in Incontri | Visto 562 volte

Atmosfere d'Islanda

Le librerie si organizzano, in ottemperanza alle normative vigenti spostano come già la scorsa primavera gli appuntamenti con l’autore online. Palazzo Roberti ha incontrato Jón Kalman Stefánsson

Atmosfere d'Islanda

Jón Kalman Stefánsson

Le librerie si organizzano, e in ottemperanza alle normative vigenti per la prevenzione della diffusione della pandemia spostano come già accaduto la scorsa primavera gli incontri con l’autore online.
Un incontro via web a librerie unificate, collocato all’interno del festival “I Boreali 2020”, i partecipanti collegati da tutta Italia, quello proposto giovedì sui suoi canali social anche da Palazzo Roberti. A cura di Iperborea Editore, Jón Kalman Stefánsson ha presentato in diretta dall’Islanda il suo romanzo intitolato Crepitio di stelle. In collegamento con lui l’editore Pietro Bianciardi e Vanni Santoni. Santoni ricordando gli esordi in poesia dell’autore ha ripercorso la sua produzione letteraria in prosa, che ha avuto inizio nel 2003 proprio con questo libro, arrivato ora tradotto in Italia.
“Nasciamo in poesia, poi gli anni ci trasformano in prosa”, era il titolo dato all’incontro, in omaggio anche l’andamento della produzione letteraria dello scrittore islandese, che in questo romanzo nella narrazione intreccia i destini di quattro generazioni di donne e uomini, consegnando al lettore lo spaccato di vite “effimere come le nuvole nei cieli d’Islanda”.
«Il mondo che crei influisce molto nell’atmosfera del libro» ha affermato Jón Kalman Stefánsson, dove protagonisti accanto ai personaggi sono anche forza, bellezza e crudeltà della natura islandese, a loro volta creatori delle vite forse più vicine e inclini alla ricerca di un senso di altre che pure vi scorrono accanto affratellate o solo sincrone nel tempo e negli anni.
Nel libro è evocato anche un grave trauma che appartiene al passato dell’autore, nel sottotitolo originale, omesso nell’edizione italiana, compariva infatti la parola “Requiem”, a sintetizzare un lato della temperie del libro, a fargli da contraltare sono presenti anche il divertimento, la gioia di vivere, attivati dai meccanismi del ricordo e della memoria.
Lo scrittore ha in uscita un nuovo romanzo, non ancora pubblicato nel suo Paese, dove protagonista è un uomo che ha perduto la memoria.

Più visti