Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 06-06-2010 01:26
in Attualità | Visto 3.724 volte

E che “happy hour” sia!

Ordinanza sugli alcolici: Franco Merlo, Ilaria Brunelli e Elisa Cavalli, giovani consiglieri di maggioranza a Bassano, si rivolgono ai loro coetanei. “Non è un'ordinanza contro lo spritz, ma un'ordinanza salva-spritz”

E che “happy hour” sia!

I consiglieri comunali Franco Merlo, Ilaria Brunelli e Elisa Cavalli davanti a un aperitivo

Sull'ordinanza del sindaco di Bassano che limita gli spazi per il consumo di alcolici all'esterno dei locali in città, riceviamo e pubblichiamo un intervento dei tre giovani consiglieri comunali di maggioranza Franco Merlo ed Elisa Cavalli del PD e Ilaria Brunelli di “Bassano Congiunta”:

“Gentile redazione,
in merito all'ordinanza comunicata lunedì scorso ci rivolgiamo ai nostri coetanei, consapevoli del timore che tale argomento può generare in chi si immagina ricadute disastrose sulle proprie abitudini.
Noi siamo gli stessi giovani che frequentano i locali del centro e che al contempo ricoprono il ruolo di consiglieri all'interno della maggioranza.
Questa ordinanza è il frutto di un lavoro di confronto che per volontà dello stesso Sindaco ha voluto coinvolgere nella stesura anche la parte "giovane" del consiglio e il contenuto lo dimostra. Di fatto l'ordinanza non stravolge la vita del centro, ma concede il modo per intervenire in casi estremi e dà un segnale di fermezza a chi esagera.
Per i frequentatori educati (e sono la quasi totalità dei fruitori) non cambierà assolutamente nulla: potremo bere lo spritz così come abbiamo sempre fatto (e cinque metri di raggio attorno al plateatico di ogni locale salvaguardano tutti i punti di aggregazione abitualmente frequentati)
Ma non è rispettoso che pochi maleducati possano guastare l'ambiente, creando disagio e malumore ai residenti e di riflesso problemi ai locali e ai loro clienti.
Questa ordinanza, con semplici norme di buon senso permette di intervenire nei casi di eccesso, garantendo quindi a chi frequenta correttamente gli spazi pubblici di continuare a farlo in armonia con i residenti.
Si potrebbe quindi definire non un'ordinanza contro lo spritz, ma un'ordinanza salva-spritz, perché intende creare le condizioni migliori per poter esprimere, con le dovute maniere, un momento di aggregazione che va oltre la semplice assunzione di una bevanda alcolica: è uno stare assieme che crea passaggio di informazioni, contaminazioni di idee, confronti.
Ma vorremmo andare oltre: questa ordinanza è solo l'inizio di un percorso per creare altre occasioni di incontro.
Abbiamo la fortuna di avere un centro molto vivo, animato praticamente ogni weekend da eventi diversi. I ragazzi che si fermano all'happy hour sono gli stessi che magari hanno gestito la bancarella del volontariato nel pomeriggio, suonato al concerto del festival estivo, insegnato ai ragazzini le attività sportive.
I giovani già lo sanno: lo spritz è solo uno dei modi per frequentare le piazze di Bassano e sfruttando questa dinamica potremo creare sempre nuove occasioni, in collaborazione con i gestori di locali e negozi, magari aprendo il centro ad attività culturali e commerciali serali, che facciano" vivere la piazza di sera" in modo educativo, sano e divertente.
E per chi ha ancora qualche dubbio (o proposte!)... siamo a disposizione: ovviamente, davanti a un aperitivo!
 
Franco Merlo (PD), Elisa Cavalli (PD), Ilaria Brunelli (Bassano ConGiunta)”

Libertà è Parola

Libertà è Parola: “Scuola: tra passato e futuro” Intervista a Gianni Zen

Nelle emergenze, come nel quotidiano, il tema della #scuola ritorna sempre: infrastrutture, didattica, qualità e molto altro. Col nostro ospite,...

Più visti