Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Attualità

Un grande Fabio Aru nel giorno di Quintana

Il campione sardo del team Astana, 3° in classifica generale, aveva vinto nel 2011 la Bassano-Montegrappa da dilettante under 23. Nella cronotappa Bassano-Cima Grappa sfiora l'impresa e finisce secondo a 17” dalla maglia rosa

Pubblicato il 30-05-2014
Visto 7.017 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

E' la maglia rosa Nairo Quintana il re di Cima Grappa, spettacolare traguardo della 19° tappa a cronometro individuale del Giro d'Italia partita da Bassano.
Ma dietro a lui emerge Fabio Aru, il campione sardo affezionato al Grappa avendo vinto nel 2011 la Bassano-Montegrappa da under 23, sua prima vittoria da dilettante: la punta di diamante del team Astana finisce secondo a 17” di distacco.
E' il confronto cronometrico a distanza tra Quintana e Aru ad infiammare lo svolgimento della tappa: l'italiano pedala in scioltezza, raggiungendo e superando il polacco Rafal Majka partito 3 minuti prima di lui e dando più volte l'impressione di poter anche salire sul gradino più alto del podio.

Il passaggio di Fabio Aru a Romano d'Ezzelino nella foto di Roberto Bosca

Ma il colombiano della Movistar, pur perdendo qualche prezioso secondo per il cambio della bicicletta e del casco, innesta il turbo e fa registrare alla fine il tempo migliore: 1h05'37" alla media di 24,505 km/h.
Terzo posto per il colombiano Rigoberto Uran Uran del team Omega-Quick Step a 1'26”, seguito dal francese Pierre Rolland a 5’26” e da Domenico Pozzovivo, ottimo quinto, a 2'24”.
Con la vittoria ai piedi del Sacrario, Nairo Quintana consolida la maglia rosa e ipoteca il successo finale del Giro: tra l'impresa di oggi sul Grappa e l'arrivo conclusivo in Piazza Unità d'Italia a Trieste c'è tuttavia di mezzo, domani, l'ascesa al temibile Monte Zoncolan, la tesi di laurea delle salite ciclistiche.
La maglia rosa l'affronterà partendo da Maniago del Friuli con 3'07” di vantaggio su Uran e con 3'48" di vantaggio su Aru. Seguono, nei primi dieci posti in classifica generale: Rolland (Fra) a 5'26"; Pozzovivo a 6'16"; Majka (Pol) a 6'59"; Evans (Aus) a 9'25"; Kelderman (Ola) a 9'29"; Hesjedal (Can) a 10'11" e Kiserlovski (Cro) a 13'59".
A proposito: la photogallery correlata a questo articolo, con gli scatti di Roberto Bosca, è da non perdere.

Più visti

1

Politica

09-04-2024

Carraro in carriera

Visto 10.758 volte

2

Politica

12-04-2024

Cavallin Marin

Visto 10.408 volte

3

Politica

09-04-2024

Centro(destra) giovanile

Visto 10.364 volte

4

Attualità

10-04-2024

Calci di rigore

Visto 9.886 volte

5

Politica

11-04-2024

Old Wild Finco

Visto 9.691 volte

6

Attualità

11-04-2024

Pavan for President

Visto 9.684 volte

7

Attualità

09-04-2024

Reportich

Visto 9.391 volte

8

Politica

12-04-2024

Silvia e i suoi Fratelli

Visto 9.187 volte

9

Attualità

11-04-2024

W le Women

Visto 9.129 volte

10

Politica

12-04-2024

Vivi e vota Vivere

Visto 8.795 volte

1

Politica

18-03-2024

Coalizione da Tiffany

Visto 19.918 volte

2

Attualità

19-03-2024

L’Asparagruppo

Visto 15.157 volte

3

Politica

06-04-2024

Teatro Verdi

Visto 13.759 volte

4

Politica

22-03-2024

Cuando Calenda el sol

Visto 13.648 volte

5

Politica

05-04-2024

Mazzocco in campagna

Visto 12.718 volte

6

Politica

21-03-2024

Tavoli amari

Visto 12.447 volte

7

Cronaca

20-03-2024

I Pfas di casa nostra

Visto 12.198 volte

8

Attualità

08-04-2024

La Terra è rotonda

Visto 12.128 volte

9

Politica

25-03-2024

Io Capitano

Visto 11.316 volte

10

Attualità

27-03-2024

Dove sito?

Visto 11.256 volte