Pubblicità

Radici FutureRadici Future
Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 28-07-2013 18:25
in Cronaca | Visto 4.101 volte

Pirotecnica Abruzzese, quei due ultimi trionfi a Bassano

La famiglia Di Giacomo, distrutta nella devastante esplosione della fabbrica di fuochi d'artificio di Città Sant'Angelo, aveva vinto per ben sei volte il Concorso Pirotecnico della nostra città, comprese le ultime due edizioni del 2009 e 2010

Pirotecnica Abruzzese, quei due ultimi trionfi a Bassano

La scena dopo la devastante esplosione a Città Sant'Angelo (foto: Comando Vigili del Fuoco di Pescara - fonte immagine: giornaledimontesilvano.com)

C'è un filo invisibile che collega la nostra città alla tragedia di Città Sant'Angelo, in provincia di Pescara: ovvero alla devastante serie di esplosioni di giovedì scorso nella fabbrica di fuochi pirotecnici “Pirotecnica Abruzzese di Di Giacomo Mauro” che ha dilaniato i corpi delle quattro vittime - il titolare Mauro Di Giacomo, suo figlio Alessio, il fratello Federico e Roberto Di Giacomo, parente degli altri tre - e distrutto l'intera area di località Villa Cipressi dove aveva sede la ditta di fuochi d'artificio.
La Pirotecnica Abruzzese aveva infatti partecipato, già a partire dal 1998, a diverse edizioni del Concorso Pirotecnico Città di Bassano, vincendo la manifestazione per ben sei volte: nel 1999, nel 2001, nel 2005, nel 2006 e nelle ultime due edizioni del 2009 e del 2010.
L'ultimo doppio trionfo nello “spettacolo dei fuochi” - organizzato dalla Pro Bassano conseguentemente alla Fiera Franca d'Autunno - rappresentava uno dei tanti fiori all'occhiello della trentennale attività dell'azienda pescarese, riconosciuta tra i più importanti e noti nomi del settore e non solo in Abruzzo.
Nel 2009, anno della 32° edizione del concorso bassanese, la ditta della famiglia di Girolamo, che aveva “sparato” per seconda, aveva conquistato i favori del voto del pubblico, superando la concorrenza delle ditte Padre Pio di San Severo di Foggia e Piroblu di Udine, classificatesi seconde a pari merito.
Successo ripetuto l'anno seguente, nell'edizione n° 33, quando la Pirotecnica di Città Sant'Angelo - questa volta sorteggiata per prima nell'ordine di esibizione - si era nuovamente imposta sugli altri due concorrenti, sempre secondi ad ex aequo: la Pyroarte Fireworks di Bolzano e la Alessi Events di Ascoli Piceno.
Dal 2011, per le note vicissitudini e sopraggiunte difficoltà organizzative riportate anche dal nostro portale, il Concorso Pirotecnico Città di Bassano non si è più svolto e pertanto quello della Pirotecnica Abruzzese è l'ultimo nome riportato nell'albo d'oro della manifestazione.
Una partecipazione, quella al concorso dei fuochi ai piedi del Grappa, ai cui la ditta abruzzese era particolarmente legata: il nome della nostra città era citato tra le principali manifestazioni elencate nel curriculum aziendale e sul sito web della fabbrica distrutta www.pirotecnicadigiacomo.it, tuttora on line, tra le foto delle fasi di preparazione degli spettacoli pirotecnici selezionati nella home page ci sono anche quelle di “Bassano 2009”.

Pubblicità

Celebrazioni PonteOpera EstateMostra

Più visti