Pubblicato il 20-06-2012 13:27
in Ambiente | Visto 1.532 volte
 

Elettricità, per un quinto Etra la ricava da fonti rinnovabili

Dal 18 al 22 giugno arriva da Bruxelles l'invito a segnarsi sul calendario la ricorrenza della "Settimana europea dell'energia sostenibile", che con centinaia di eventi nei Paesi dell'Ue, promuove l'utilizzo delle energie rinnovabili e il perseguimento dell'efficienza energetica.
Pratiche, queste, che anche Etra "abbraccia" nella filosofia e nella sua operatività quotidiana: secondo una recente analisi, sul totale dell'energia elettrica utilizzata nel 2011 (per il riciclo dei rifiuti, il funzionamento delle centrali, l'illuminazione degli uffici), il 21,8% è stato autoprodotto dalla Multiutility da fonti rinnovabili.
In particolare: l'88,9% è stato ricavato dal biogas (dagli impianti di trattamento del rifiuto umido a Bassano e Camposampiero); l'11% da impianti idroelettrici (centraline distribuite lungo il Brenta); lo 0,1% dai pannelli fotovoltaici in funzione sul tetto della sede di Vigonza e nell’impianto di fitodepurazione di Teolo.
Sempre sul fronte del fotovoltaico, Etra ha favorito la diffusione di questo tipo di impianti sul territorio, tanto che, al 31 dicembre 2011, sono 29 i Comuni serviti da Etra che li hanno installati, su scuole, palestre, municipi, e altri Comuni si stanno attivando in questo senso nel corso del 2012.
“Attraverso il Conto energia, programma europeo di incentivazione della produzione di elettricità da fotovoltaico, - spiega Manuela Lanzarin, presidente del Consiglio di sorveglianza di Etra - i Comuni possono avere energia pulita praticamente a costo zero. In più il nostro servizio include, oltre all'installazione dei pannelli, opere di intervento per migliorare lo stato degli edifici, come l'impermeabilizzazione delle coperture.”
Un contributo all'ambiente, con l'abbattimento dei gas serra, è venuto anche dall'adesione al progetto Carbomark, con il quale Etra si è resa disponibile a compensare la maggiore quantità possibile di anidride carbonica finanziando la gestione sostenibile dei boschi.
“Alla luce di questo nostro impegno - afferma il presidente di Etra Stefano Svegliado -, ci sembra giusto ricordare un'iniziativa importante e su larga scala come quella della Settimana europea dell'energia sostenibile, e invitiamo gli utenti a rivolgersi ai nostri sportelli per qualsiasi dubbio o curiosità sull'argomento.”