Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 24-03-2012 13:52
in Politica | Visto 2.589 volte

Bassano, la prima volta di Futuro e Libertà

Celebrato il primo Congresso comunale di Fli. Giancarlo Andolfatto eletto coordinatore di Circolo. Il coordinatore regionale Giorgio Conte: “Alle prossime elezioni i partiti della Seconda Repubblica molto probabilmente non ci saranno più”

Bassano, la prima volta di Futuro e Libertà

Il coordinatore regionale di Fli on. Giorgio Conte, il coordinatore comunale uscente Stefano Giunta e il coordinatore provinciale Mario Guerra (foto Alessandro Tich)

Giancarlo Andolfatto, consulente fiscale per le associazioni sportive e di volontariato e presidente della Casa di Riposo I.S.A.C.C., è il nuovo coordinatore del Circolo di Bassano del Grappa di Futuro e Libertà per l'Italia.
L'elezione è avvenuta questa mattina, per acclamazione, nel corso del primo “Congresso comunale di Futuro e Libertà per il Terzo Polo” svoltosi in Sala Tolio in città.
Ai lavori congressuali - che hanno visto la partecipazione anche di rappresentanti delle associazioni di categoria e della società civile - sono intervenuti, tra gli altri, il coordinatore regionale di Fli on. Giorgio Conte e il coordinatore provinciale Mario Guerra, affiancati dal coordinatore comunale uscente Stefano Giunta che passa ora il testimone al coordinatore eletto.
“Quello di oggi non è uno spartiacque - spiega Giunta -. Oggi è un appuntamento che sancisce la costituzione formale del Circolo di Bassano del Grappa, di cui io ero coordinatore nominato ma non eletto. E' la conclusione di un percorso perseguito in questo anno, e cioè dalla nascita di Fli nel febbraio del 2011. Abbiamo proceduto all'elezione degli organi dando poteri pieni alla classe dirigente. Oltre a Bassano, si sono già costituiti i Circoli di Fli di Tezze sul Brenta, Mussolente e Rossano Veneto. A seguire arriveranno Cassola e altri.”
Trasporti, pensioni, anziani, servizi sociali: questi e altri i temi toccati, nel suo discorso di investitura, dal nuovo coordinatore di Circolo Giancarlo Andolfatto.
“Siamo un nuovo movimento di popolo che si è stancato della politica così come era intesa - afferma Andolfatto -. Gente concreta e legata alle risposte del quotidiano, a partire da qui, senza i voli pindarici della politica dei Palazzi grandi.”
E intanto il partito finiano scalda i motori per le nuove sfide politico-elettorali in prospettiva nazionale.
“Futuro e Libertà - ci dice il coordinatore regionale di Fli on. Giorgio Conte - ha l'ambizione di proiettarsi in uno scenario, quello delle prossime elezioni politiche, nel quale i partiti nati nella Seconda Repubblica molto probabilmente non ci saranno più.”
“In questi giorni - prosegue il dirigente regionale del partito - assistiamo nei partiti a un momento di conflitto e di confronto interno sulle riforme del governo Monti.
E' l'anticamera di uno “sciogliete le file e ricomponiamoci in un quadro nuovo”.
Il fatto che oggi un ipotetico partito di Monti avrebbe il 21%, sottraendo consensi a destra e a sinistra, significa che la politica dovrà essere meno autoreferenziale e dovrà tornare a parlare dei problemi della gente.”
“In questo contesto - conclude Conte - si inserisce la proposta di Gianfranco Fini di una lista civica nazionale che comprenda le forze di maggiore responsabilità, oltre il recinto geografico destra-sinistra e oltre gli steccati ideologici.”

LIBERTÀ E' PAROLA - #civediamoasettembre

#LIBERIDIRACCONTARCI non è solo un titolo, ma una presa di posizione che come Libertà è Parola abbiamo voluto portare avanti, anche durante mesi...

Più visti