Pubblicità

Pubblicato il 14-05-2010 03:08
in Musica | Visto 2.862 volte

È qui la festa?

Sabato sera chiusura del Vinile col botto, e il giorno dopo la crème del rock italiano targato Panic e Shindy a Vicenza.

È qui la festa?

Zen Circus ancora protagonisti, domenica sera a Vicenza.

Weekend all'insegna del party e del rock italiano di qualità. Sabato sera chiude la stagione il Vinile: in questi mesi, abbiamo potuto ammirare sul palco del locale, in ordine rigorosamente sparso, la leggenda dei Sepultura Iggor Cavalera con il suo progetto Mixhell; la band belga The Subs e il produttore Prozy, per la critica i migliori performers dell'ultimo I Love Techno Festival; uno dei fondatori degli Air e pioniere assoluto del french touch, Alex Gopher; rivelazioni e conferme dell'hip-hop, come Esa e Tormento dei Sottotono, e Mondo Marcio; artisti che hanno fatto la storia dell'indie italiana: Andy dei Bluvertigo e i Diaframma; promettenti band oltralpe, tra cui gli inglesi Three Vicars e gli americani Pretty & Nice, e locali.
Non c'è migliore occasione dunque per chiudere una stagione così ricca di successi con una serata nel nome sacrosanto della festa: scalderanno i motori con un liveset incendiario i Soyuz, rock band vicentina dalle belle speranze, mentre sui piatti si alterneranno fino a tarda notte i dj Tonidigei, Ordinary Noise, Butyreux e D-Max.
Per la Domenica, invece, presso il Giardino del Teatro Astra di Vicenza, gli staff dello Shindy e del Panic Jazz Club hanno riunito cinque delle band italiane underground più importanti del momento, per regalarci una giornata di suoni e melodie raffinate. Sul palco, a partire dalle 17.30, saliranno i Red Worms Farm, che si distinguono per la carica e la potenza emotiva trasmessa dal vivo, Beatrice Antolini e gli A Toys Orchestra, che proseguono nel loro giro dell'Italia proponendo l'ultimo, bellissimo, lavoro, “Midnight Talks”, i bassanesi Frigidaire Tango e gli Zen Circus, protagonisti della puntata di Alive di Aprile. Ad aprire e chiudere la serata i djset dello Shindy.
Tra Bassano e Vicenza, c'è ancora una volta l'occasione di onorare la buona musica.

Pubblicità

Ultimora

Più visti