Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 03-01-2021 15:21
in Politica | Visto 879 volte

Campionato Primavera

Mutui e futuri debiti dell’amministrazione comunale: il Gruppo Giovani di Impegno per Bassano replica ai Giovani Democratici Bassano. “Alla parola debiti noi preferiamo la parola investimenti”

Campionato Primavera

Fonte immagine: unsic.it

Rieccoci qua: con questo pezzo si inaugura la collezione 2021 degli articoli della sezione news (attualità, politica e cronaca) di Bassanonet.it. E si inaugura con un argomento che ci fa tornare indietro, in realtà, al tanto vituperato 2020. Accadrà ancora, statene certi: abbiamo detto addio all’anno vecchio, ma il “lascito” delle tematiche che nell’anno vecchio hanno visto la luce continuerà a perseguitarci.
È il caso della questione che occupa i primi pensieri dei bassanesi al loro risveglio al mattino (ovviamente sto scherzando): il bilancio di previsione 2021-2023 dell’amministrazione Pavan, approvato nell’ultimo consiglio comunale dello scorso 22 dicembre. Su quel bilancio che imposta la gestione finanziaria dei prossimi tre anni di amministrazione comunale, negli ultimi giorni del 2020 sono intervenuti con un duro comunicato stampa i Giovani Democratici Bassano, fortemente critici (si legga il nostro articolo “Debiti for future”) sulla decisione dell’attuale governo cittadino di ricorrere nuovamente e fortemente all’indebitamento, con la prevista accensione di mutui, nel triennio di riferimento, per ben 22 milioni di euro.
Adesso, nei primi giorni del 2021, abbiamo ricevuto in redazione un comunicato stampa di replica al comunicato dei giovani del PD bassanese, che pubblichiamo di seguito.
Mittente: il Gruppo Giovani di Impegno per Bassano, la lista civica del vicesindaco e assessore al Bilancio Roberto Marin. Le due formazioni giovanili degli opposti schieramenti politici sono dunque scese in campo per questo inedito derby del Campionato Primavera sul valore dei soldi pubblici proiettato in prospettiva futura.

COMUNICATO

Sul bilancio e sugli investimenti futuri

Inviamo questo comunicato dopo aver letto la presa di posizione dei Giovani Democratici sulle scelte di bilancio dell’amministrazione di Bassano del Grappa.
Non lo facciamo come “Sezione Giovani di Impegno per Bassano”, ma come membri a tutti gli effetti di questa lista civica che, per età generazionale, si sono sentiti chiamati in causa dal comunicato dei GD.

Prima di tutto vogliamo partire da un dato di fatto. Per l’ennesima volta si prende posizione cadendo nel solito cliché del “debito=male assoluto”.
In primis, alla parola debiti, noi preferiamo la parola “investimenti”. Mai come in questo momento, con una pandemia che ancora ci attanaglia, c’è bisogno di scelte coraggiose e di guardare al futuro con lungimiranza.
La storia del nostro Paese ci ha più volte dimostrato come i mancati investimenti strategici di oggi si traducano nei drammi di domani. Scuola, Ricerca e Sanità, a livello nazionale, ne sono testimoni privilegiati.

A nostro avviso, questo è il momento in cui si deve decidere se interessa di più porre le basi per un vero rilancio o solo guadagnare tempo e, vedendo i magri risultati dell’Amministrazione Poletto, pare evidente che l’unica scelta da fare siano nuovi investimenti.
Tanto si è detto nelle prese di posizione dell’opposizione sul risparmio di bilancio fatto dalla giunta Poletto; quello che non si dice è quanto tutto questo sia costato alla città.
Una Bassano che dopo 10 anni di “buon risparmio”, si è trovata in una situazione di totale sbando e abbandono, con una programmazione di lavori pubblici inesistente, problemi di decoro, progetti culturali al ribasso ma soprattutto un debito occulto di proporzioni ben più vaste e preoccupanti per le somme necessarie per far fronte alla situazione di grave degrado manutentivo del patrimonio comunale (immobili comunali, scuole, impianti sportivi, case popolari, ecc.), impegno finanziario che graverà sui bilanci non solo di questa amministrazione.
Sarebbe questo il futuro a cui le nostre generazioni dovrebbero guardare con fiducia? Noi pensiamo di no.

A nostro avviso, gli unici veri debiti sono quelli che sta creando il Governo centrale, con il Ministro dell’Economia del Partito Democratico capace di sprecare miliardi di extra deficit in sterile assistenzialismo, senza alcuna pianificazione, specialmente in ambito sanitario e di sostegno al tessuto economico del Paese.

Ecco perché sposiamo in toto il piano di investimenti varato dall’amministrazione, frutto di un lavoro puntuale e fondato sulla progettualità e lungimiranza del Vicesindaco Marin dove a fianco di una concreta e dimostrata pianificazione razionale delle risorse dei cittadini, per finanziare una parte degli investimenti strategici e gli importanti costi di risanamento del patrimonio comunale vi è stato previsto il possibile utilizzo di nuovi mutui (solo una previsione) in attesa di organizzare, progettare e partecipare ai nuovi bandi previsti al livello europeo nella programmazione 2021-2027 e quindi poter accedere alle risorse messe a disposizione dalla Regione, dallo Stato e dall’Europa, riducendo quindi il possibile utilizzo di mutui e sviluppare innovazione, inclusione, sostenibilità urbana ed ambientale i veri valori per le future generazioni.

Gruppo Giovani di Impegno per Bassano

Marina Bizzotto
Andrea Oro
Matteo Bizzotto
Lorenzo Berto
Matteo Bozzetto
Daniele Polita

Più visti