Pubblicato il 22-08-2009 22:21
in Musica | Visto 3.818 volte

Nomadi in concerto tra i monti

Tutto esaurito per il concerto dello storico gruppo, tenutosi ieri sera nella splendida cornice di passo Cereda

Nomadi in concerto tra i monti

Beppe Carletti, Sergio Reggioli e Massimo Vecchi sul palco del concerto (foto Nicola Parolin)

Ieri sera nella spettacolare scenografia naturale del passo Cereda, il popolo “nomade” si è ritrovato per seguire lo storico gruppo, che ha suonato per più di due ore e mezza senza interruzioni. La forte unione del gruppo, sia a livello umano che musicale, tratto distintivo della band nella loro oltre quarantennale storia, è riuscita ieri a colmare la pesante mancanza sul palco del cantante Danilo Sacco, operato lo scorso maggio al cuore, a seguito di un infarto che lo ha colpito alla giovane età di 44 anni.
La scaletta del concerto, iniziata con i brani del nuovo album “Allo specchio” uscito quest’anno, si è snodata poi sempre più nel passato fino a percorrere tappe musicali storiche del gruppo, come “Noi non ci saremo”, “Canzone per un’amica” e l’emozionante “Io vagabondo” in chiusura.
Ottima l’organizzazione dell’evento da parte del gruppo di volontari locali “Associazione Amici del passo Cereda”. Uno degli organizzatori riferisce: “Questa, di portare un gruppo del genere a suonare in questi posti, è stata una scommessa bella e buona, ma a vedere il numero di persone giunte fin qui, la scommessa ci sembra di averla vinta a pieno”.

Ecco la scaletta dei brani eseguiti dal gruppo ieri sera (Beppe Carletti, storico alle tastiere, Massimo Vecchi al basso, Cico Falzone alla chitarra, Daniele Campani alla batteria, Sergio Reggioli al violino e percussioni, Giordano Gambogi alle chitarre, e Luciano Genovesi, Cristina Montanari e Daniela Galli al coro e accompagnamento):

“Una storia da raccontare”
“La dimensione”
“Lo specchio ti riflette”
“Sangue al cuore”
“Senza nome”
“In questo silenzio”
“Io voglio vivere”
“Dove si va”
“Mediterraneo”
“Un giorno insieme”
“I miei anni”
“La mia terra”
“Crescerai”
“Ci vuole un senso”
“Il paese”
“Né gioia né dolore”
“Il paese delle favole”
- Intermezzo strumentale -
“Qui”
“Senza patria”
“Noi non ci saremo”
“Marinaio di vent’anni”
“Un pugno di sabbia”
“Salutami le stelle”
“Ricordati di Chico”
“Gli aironi neri”
“Ti lascio una parola (Goodbye)”
“Canzone per un’amica”
“Dio è morto”
“Io vagabondo”

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti