Canova
Canova

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Attualità

To Bier or not to Bier

Buona notizia per gli assetati di Bassano: dopo il “caso” montato sui social tre anni fa, alla Fiera Franca di Bassano lo stand della città gemellata di Mühlacker avrà sia birre in bottiglia che birra alla spina. “Contenti di ritornare”

Pubblicato il 24-09-2022
Visto 6.760 volte

Canova

Date da bere agli assetati.
È una delle sette opere di misericordia corporale del Vangelo, che vale quindi ovunque nel mondo cristiano cattolico, a Bassano del Grappa come pure a Mühlacker, la città gemellata situata nel land tedesco del Baden-Württemberg.
E alla prossima Fiera Franca, in programma sabato 8 e domenica 9 ottobre, gli assetati di Bassano avranno di che rifocillarsi, dopo il “caso” montato sui social tre anni fa.

I sindaci Elena Pavan e Frank Schneider nello stand di Mühlacker all’ultima Fiera Franca del 2019 (fonte immagine: Facebook/ Partnerschafts-Komitee Mühlacker e.V.)

Solltet ihr es vergessen haben, dann sage ich es Euch nochmal. Traduzione: se lo aveste dimenticato, ve lo ripeto ancora una volta.
Nell’ultima Fiera Franca pre Covid del 2019 è accaduto che nella seconda giornata della manifestazione, e cioè domenica, gli amici di Mühlacker abbiano terminato tutte le scorte delle birre tedesche in bottiglia nel loro stand di piazzetta Guadagnin, regolarmente preso d’assalto dagli amanti del luppolo d’oltre confine.
Da qui gli improvvidi attacchi social dell’epoca, che non hanno tenuto conto che la delegazione della città gemellata non è composta da ristoratori professionisti ma da semplici volontari che devolvono il ricavato della vendita della bionda bevanda e dei piattini di würstel abbinati per interventi di utilità sociale, tra cui i 10.000 euro donati alla Città di Bassano per la giostrina inclusiva di Parco Ragazzi del ‘99.
È una storia vecchia, alla quale all’epoca il Comitato Gemellaggi di Mühlacker rispose con eleganza sopraffina, e in quanto tale da sotterrare negli archivi del passato.
Ma non può non essere rievocata, come infelice esempio di ciò che non dovrebbe più ripetersi, nel momento in cui lo stand di Mühlacker, dopo il biennio di stop imposto dal Covid, ritornerà quest’anno protagonista nella manifestazione più affollata della città.
Sarà un Fiera Franca più “internazionale” delle precedenti edizioni.
Oltre a Mühlacker e alla delegazione dell’altra città gemellata con Bassano, la francese Voiron, sono stati infatti invitati dal Comune anche i rappresentanti della città di Mostar, in Erzegovina, a seguito dell’“atto di gemellaggio”, siglato l’anno scorso dai due sindaci Elena Pavan e Mario Kordić, tra il nostro Ponte Vecchio e lo Stari Most ovvero il Ponte Vecchio di Mostar, Patrimonio UNESCO dell’Umanità.
Per quanto riguarda i nostri gemelli del Baden-Württemberg, lo stand in piazzetta Guadagnin presenterà per l’appunto la novità: oltre alle birre in bottiglia e ai würstel, la delegazione porterà anche la birra alla spina. Prosit.
In più, oltre al Comitato Gemellaggi di Mühlacker che storicamente gestisce lo stand, si sono aggiunte anche “nuove forze” che intendono sostenere l’ultra quarantennale gemellaggio con Bassano. Si tratta dei rappresentanti di un’associazione sportiva di pallamano della città tedesca.
I mühlackeresi (si dirà così?) arriveranno con due pullman e con circa 80 concittadini che alloggeranno in maggioranza negli alberghi e alcuni nelle famiglie, visto che durante i lunghi anni del gemellaggio si sono sviluppate tante amicizie italo-tedesche.
Nell’occasione il Comune di Bassano ha predisposto un bel programma per le città gemellate di Mühlacker e Voiron e per la delegazione di Mostar, tra cui una cena di benvenuto venerdì sera 7 ottobre agli Scalabrini e alcuni incontri lavorativi per sviluppare delle nuove idee per progetti in comune.
“Siamo contenti di ritornare a Bassano col nostro stand - dichiara a Bassanonet Maren Recken, presidente del Comitato Gemellaggi di Mühlacker -. Spero di ritrovare allo stand le tante persone che ci vengono a trovare ogni anno ma anche persone nuove. Perché gli incontri tra le persone, non solo tramite i progetti come quello dello scorso maggio dedicato a Canova, sono ciò che rende prezioso un gemellaggio tra due città.”
L’apertura dello stand, con la prima spillatura della botte ad opera del sindaco Elena Pavan, avrà luogo sabato 9 ottobre alle 11.30. Sarà presente il sindaco di Mühlacker Frank Schneider assieme ad alcuni consiglieri comunali della città tedesca e alla stessa presidente del Comitato Gemellaggi Maren Recken.
Insomma: to Bier or not to Bier? Il dubbio amletico non esiste: ce ne sarà per tutti.

Più visti

1

Cronaca

29-11-2022

Coming Home

Visto 8.034 volte

2

Politica

29-11-2022

Pietrosante non è un’opinione

Visto 7.995 volte

3

Politica

28-11-2022

Grande Fratello Vip

Visto 6.957 volte

4

Attualità

29-11-2022

L’industriale e il contadino

Visto 6.725 volte

5

Attualità

01-12-2022

Le due verità

Visto 6.710 volte

6

Attualità

01-12-2022

L’Isola dei Dubbiosi

Visto 6.330 volte

7

Attualità

29-11-2022

L’erba del vicino

Visto 6.265 volte

8

Attualità

02-12-2022

Dynasty

Visto 4.882 volte

9

Magazine

01-12-2022

Una Madonna, un artista e Tre Briganti

Visto 3.787 volte

10

Teatro

29-11-2022

LA stagione teatrale bassanese apre con Servo di scena

Visto 3.271 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 12.313 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 8.430 volte

3

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.169 volte

4

Cronaca

29-11-2022

Coming Home

Visto 8.034 volte

5

Politica

29-11-2022

Pietrosante non è un’opinione

Visto 7.995 volte

6

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.609 volte

7

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.566 volte

8

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.468 volte

9

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.402 volte

10

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.362 volte