Redazione
bassanonet.it
Pubblicato il 23-10-2014 17:44
in Attualità | Visto 1.523 volte
 

Sparò a due ladri, rinviato a giudizio. Finco: “Avrei agito proprio come lui”

Ermes Mattielli, l’imprenditore invalido civile di Arsiero che nel giugno 2006 sparò e ferì due nomadi entrati nella sua azienda, è stato rinviato a giudizio per tentato omicidio.
“Una follia possibile solo in Italia - è il commento del consigliere regionale della Lega Nord Nicola Finco -. Il gup, che ha accolto il ricorso della Procura, non ha ben presente forse il concetto di proprietà privata e legittima difesa.”
“Personalmente mi sarei comportato allo stesso identico modo - aggiunge Finco - perché casa e lavoro sono sacri e vale la pena di difenderli sempre. E’ ora di finirla con l’ipocrisia in un Paese in cui avere giustizia è impossibile, e in cui le Forze dell’Ordine non sono messe in condizione di operare perché lo Stato non investe su di loro. Decisioni come quella di quel gup ci confermano che viviamo in un Paese in cui la Giustizia tutela prima i ladri e i delinquenti, e mai gli imprenditori onesti.
“I due nomadi infatti - conclude il consigliere regionale -, una volta sorpresi nell’azienda di Mattielli lo avevano minacciato con delle spranghe. Mi chiedo cosa dobbiamo fare per tutelare la nostra proprietà violata, farci ammazzare? In questa vicenda l’imprenditore è vittima due volte: la prima dei ladri, la seconda della ‘giustizia’ di questo strano Paese che gira al contrario.”