Redazione
bassanonet.it
Pubblicato il 13-09-2008 19:45
in Monumenti | Visto 5.266 volte
 

Porta Dieda

Si trova presso quello che fu il Castello inferiore detto dei Berri, edificanto nel 1315 dai padovani per proteggere i nuovi borghi sorti fuori le mura.

Porta Dieda

Porta Dieda, particolare del cavallo

Si trova presso quello che fu il Castello inferiore detto dei Berri, edificanto nel 1315 dai padovani per proteggere i nuovi borghi sorti fuori le mura. Nel 1389 fu inglobato nella cinta muraria eretta da Gian Galeazzo Visconti.
Ma il castello cadde in rovina e fu presto sostituito da abitazioni civili.
Del complesso resta Porta Dieda, aperta nel 1541 dal Podestà Domenico Diedo, al fine di poter direttamente comunicare con le nuove realtà abitative andate nel tempo sempre più infoltendosi. Un tempo la facciata a sud era ornata da affreschi realizzati nel 1541 da Jacopo Dal Ponte e di cui oggi rimangono solo poche traccie.
Sopra l'arco di ingresso figurava l'eroe romano Marco Curzio Rufo sul cavallo impennato in atto di gettarsi armato nella voragine, paradigmatico esempio di coraggio; nella parte superiore un podersoso leone alato con il libro, manifesto di fedeltà politica alla dominante Venezia.