Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Attualità

Teatro Olimpico

Tribunale: dura replica del Comitato per una Giustizia di qualità a Vicenza al comunicato odierno del sindaco Pavan. “Atteggiamento sgrammaticato dal punto di vista istituzionale e offensivo nei confronti dei liberi consiglieri comunali di Vicenza”

Pubblicato il 29-11-2023
Visto 9.399 volte

Rieccolo qua!
Il mio ormai famoso adesivo, souvenir del consiglio comunale di ieri sera a Vicenza, consegnatomi dal Comitato per una Giustizia di qualità a Vicenza, ricompare nella foto pubblicata in questo articolo.
Il Comitato berico - che si batte per il mantenimento di organico e risorse al Tribunale di Vicenza, contro l’istituzione del Tribunale della Pedemontana che a suo dire le “depaupererebbe” - è una new entry tra gli interlocutori di Bassanonet, proprio a seguito del mio articolo sulla seduta consiliare nel capoluogo, e non avendo foto d’archivio dei suoi componenti mi arrangio con quello che ho.

Foto Alessandro Tich

È vero che il nostro portale ha da sempre seguito con partecipazione le vicissitudini di quello che un tempo si chiamava Tribunale di Bassano del Grappa e il “making of” di quello che in futuro dovrebbe chiamarsi Tribunale della Pedemontana Veneta.
Del resto, non siamo mica Vicenzanet.
Ma, come sanno bene i giudici e gli avvocati, audiatur et altera pars.
E cioè “si ascolti anche la controparte”.
E la controparte, in questo caso, ha trasmesso in redazione un comunicato stampa al calor bianco, a firma del presidente del Comitato per una Giustizia di qualità a Vicenza, avv. Gaetano Crisafi, in replica al comunicato trasmesso oggi, e da noi pubblicato nell’articolo precedente, dal sindaco di Bassano Elena Pavan “in seguito al consiglio comunale di Vicenza”.
Nella nota stampa il primo cittadino bassanese, parlando anche a nome dei sindaci del territorio e del Comitato per l’Istituzione del Tribunale della Pedemontana Veneta, ha dichiarato, tra le altre cose, in merito alla mozione del consiglio berico:
“Quanto accaduto in questi giorni ci lascia sconcertati, perché si ha l’impressione di essere tornati al medioevo, quando a prevalere erano gli interessi corporativistici e di bottega.”
Dichiarazione che ha fatto aprire le acque del Bacchiglione.
Nella sua replica a nome del Comitato, l’avv. Crisafi imputa al sindaco di Bassano un atteggiamento “sgrammaticato dal punto di vista istituzionale e offensivo nei confronti dei liberi consiglieri comunali di Vicenza” che dimostra, sempre a suo dire, “un utilizzo puramente politico ed elettorale di un tema delicato come quello della tutela dei diritti e della Giustizia”.
Non c’è che dire: se torneo medievale dev’essere, siamo ai ferri corti.
L’impressione è che questa serie di colpi a distanza tra Vicenza e Bassano non finirà a breve termine, coincidendo con la fase riformatrice del Ministero della Giustizia che nel frattempo sta provvedendo per conto suo, e come da sua competenza istituzionale, alla revisione della Riforma della Geografia Giudiziaria del 2012.
Comunque vada, sarà un Teatro Olimpico.

COMUNICATO

Vicenza, 29 novembre 2023

Il Comitato per una Giustizia di qualità a Vicenza ha molto apprezzato l’approvazione avvenuta con 22 voti favorevoli e nessuno contrario della mozione relativa alla tutela di una Giustizia efficiente a Vicenza.
Efficienza che verrebbe messa gravemente in pericolo dal progetto di spacchettamento del Tribunale di Vicenza (ridimensionato di più del 30%) per la creazione di un altro cosiddetto Tribunalino.

L’approvazione è stata unanime e trasversale a tutte le parti politiche ad eccezione della sola Lega Nord il cui rappresentante - con malcelato imbarazzo - ha dichiarato la propria astensione, e di un rappresentante di Fratelli d’Italia che ha contestato il metodo, ma non il contenuto della mozione.

Tale mozione è il frutto di un lavoro serio di approfondimento da parte dei Consiglieri delle ricadute che la costituzione di un nuovo Tribunale avrà nella Giurisdizione della Provincia tutta.
Sono stati citati ed ascoltati il parere tecnico dei massimi esponenti della magistratura Veneta (Presidente della Corte d’Appello e procuratore Generale della Corte d’Appello), dell’ANM, dell’Unione Triveneta dei Consigli degli Ordini degliAvvocati che rappresenta tutti i 14 Consigli dell’Ordine del Triveneto, dei Consigli degli Ordine degli Avvocati di Vicenza, Padova e Treviso….altroché campanilismo o interessi di bottega che, oltre a non appartenerci, ci
offendono allorquando sono a noi indistintamente indirizzati.

Occorre ricordare che sia la magistratura che l’avvocatura (fatto più unico che raro) sono concordi nel ritenere che lo spezzatino dei Tribunali esistenti in piccoli Tribunalini ci riporterebbe al medioevo della Giurisdizione laddove qualsiasi modello organizzativo moderno ed efficiente prevede l’accorpamento delle strutture organizzative per beneficiare delle economie di scala e della possibilità di creare aree di specializzazione. Questo significa modernizzare un paese.

Ricordiamo che il Tribunale di Vicenza è un Tribunale a servizio di tutta la provincia di Vicenza e difenderne l’efficienza significa difendere tutti i cittadini e le imprese di tutti i comuni della provincia compresi quelli del bassanese.

Il tentativo del Sindaco di Bassano di entrare a gamba tesa sul dibattito chiedendo fino all’ultimo secondo il ritiro della mozione paventando addirittura una marcia su Vicenza è stato respinto. Leggiamo ora le lamentele dello stesso Sindaco di Bassano, che addirittura imputa al Sindaco di Vicenza impegni non mantenuti, come se il Sindaco potesse influire sul Consiglio Comunale, peraltro su di una mozione presentata da componenti di maggioranza e opposizione.
Tale atteggiamento, oltre che ad essere sgrammaticato dal punto di vista istituzionale e offensivo nei confronti dei liberi Consiglieri Comunali di Vicenza, dimostra un utilizzo puramente politico ed elettorale di un tema delicato come quello della tutela dei diritti e della Giustizia.

Ricordiamo al Sindaco di Bassano che non stiamo parlando di un ponte o del rilascio di un ampliamento industriale ed invitiamo la stessa a rimanere sul dato tecnico considerato che anche Lei è una iscritta all’Ordine degli Avvocati di Vicenza.

Tentare di far passare questo tema come una questione campanilistica invece di parlare dei dati tecnici svela forse le vere finalità del progetto di riapertura.

Sulla giustizia e sulla pelle dei cittadini non si scherza. Ogni giorno come avvocati e commercialisti ci battiamo per difendere i diritti dei cittadini e delle imprese di TUTTA la provincia di Vicenza.

Lo facciamo in qualsiasi sede ed anzi, visto che siamo abituati al confronto senza slogan elettorali attendiamo di essere auditi dal Consiglio Comunale di Bassano quando l’avvocato Pavan vorrà.

Avv. Gaetano Crisafi

Più visti

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 18.313 volte

2

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.637 volte

3

Politica

16-02-2024

El mondo roverso

Visto 10.340 volte

4

Politica

19-02-2024

Gianni D’Artagnan

Visto 10.193 volte

5

Politica

18-02-2024

Fuga da Alcatraz

Visto 10.022 volte

6

Politica

19-02-2024

Zen O'Clock

Visto 9.957 volte

7

Politica

16-02-2024

News per tutti

Visto 9.867 volte

8

Politica

18-02-2024

La Grande Sorella

Visto 9.834 volte

9

Politica

17-02-2024

Match Point

Visto 9.772 volte

10

Politica

16-02-2024

Action, please

Visto 9.753 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 18.313 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.330 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.674 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.491 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.305 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.202 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.148 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 10.921 volte

9

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.637 volte

10

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.637 volte