Pubblicato il 27-09-2014 10:44
in Attualità | Visto 2.195 volte

Volontari...di 18 anni

L'Associazione Oncologica San Bassiano Onlus lancia il quarto corso per la formazione di volontari per il malato oncologico. Quest'anno parteciperanno anche 22 studenti delle classi quinte dell'indirizzo socio-sanitario del Remondini

Volontari...di 18 anni
Sono circa 670 i nuovi casi di patologie tumorali che vengono segnalati, ogni anno, nei 28 Comuni del territorio di competenza dell’Azienda Sanitaria Locale n. 3 Bassano-Asiago (venti nel distretto n. 1 di pianura e otto nel distretto n. 2 di montagna). Di questi i più numerosi sono i carcinomi al polmone ed alla mammella (ottanta e ottanta), seguono quelli del colon e dell’intestino (una sessantina), i linfomi (una trentina), quelli del pancreas e della prostata (trenta e trenta) e, a seguire, quelli che interessano i vari organi del corpo umano a cominciare dai melanomi della pelle. Si può dire che non si sono registrati, nel 2013, né aumenti , ma nemmeno diminuzioni in questo ambito della sanità locale.
Sono comunque sempre cifre che preoccupano e che toccano i diversi strati della società bassanese. Purtroppo nell’universo dei malati di tumore non a tutti è data la “fortuna” di avere accanto familiari od amici nei momenti di maggiore difficoltà. Proprio per ovviare a questa carenza, opera, ormai da alcuni anni, l’Associazione Oncologica San Bassiano, una Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) che forma dei volontari disposti a mettere a disposizione gratuitamente il proprio tempo libero per entrare principalmente nelle famiglie di quei malati di tumore che abbisognino di una parola buona, di aiuti concreti e, spesse volte, di natura economica, ma anche di essere presenti all’Hospice di Casa Gerosa.
L’esperienza maturata in questi anni da tante persone di buona volontà ha prodotto risultati insperati. Sono molte le persone che bussano alla porta dell’Associazione Oncologica San Bassiano ed è proprio per questo che mercoledì primo ottobre partirà il quarto corso di formazione di volontari per il malato oncologico.
Sono già numerose le adesioni fin qui raccolte, ma ve n’è una che merita particolare attenzione. Quest’anno a crescere il numero degli aspiranti volontari arriveranno ventidue ragazzi dell’Istituto professionale per i servizi commerciali, sociali e turistici Giovanni Antonio Remondini. Il progetto di questo nuovo corso è stato presentato dalla dirigente, dottoressa Anna Segalla e dalla referente professoressa Maria Rebecchi agli studenti delle classi quinte che hanno scelto l’indirizzo socio-sanitario. Ventidue di loro hanno accolto con entusiasmo l’invito a seguire le lezioni (anche quattro genitori si sono uniti all’iniziativa).
E’ una notizia accolta con immenso favore dal direttivo dell’Associazione la quale sta cercando di coinvolgere i giovani verso una problematica che , a volte, li può toccare da vicino con qualche familiare colpito da tumore, qualche vicino e persino qualche amico. Proprio per sensibilizzare il mondo della scuola, grazie alla disponibilità di alcuni dirigenti degli istituti superiori cittadini e del primario di oncologia dell’ospedale San Bassiano, dott. Luigi Endrizzi, si svolgeranno quest’anno degli incontri con studenti delle ultime classi delle superiori durante i quali sarà affrontate il tema “tumore”, con particolare attenzione alle forme di prevenzione da adottare, a cominciare dalla giovane età.
Il quarto corso, come dicevamo, comincia mercoledì primo ottobre, alle 20, e si terrà nell’aula di informatica al primo piano dell’ospedale San Bassiano. Proseguirà quindi per sette mercoledì con la conclusione prevista per il dodici novembre. Relatori saranno medici dell’ospedale che quotidianamente si trovano a contatto con le più svariate patologie tumorali. Gli aspiranti volontari saranno seguiti, per l’Associazione Oncologica San Bassiano, dalla psicologa , dottoressa Elena Pasquin.
Al termine del corso sarà effettuato un test psicoattitudinale, al termine di un dibattito sui temi trattati e verranno quindi consegnati gli attestati di partecipazione.
Il quarto corso di formazione di volontari per il malato oncologico, gode infine, dei patrocini della Regione Veneto, dell’Azienda Sanitaria Locale n. 3, della Conferenza dei sindaci del territorio e del Comune di Bassano del Grappa.
Dopo la pausa estiva , intanto, sono riprese alla grande tutte le iniziative che l’Associazione Oncologica San Bassiano Onlus offre, gratuitamente, ai pazienti seguiti dai volontari e che sono: lezioni di Thai Chi, Linfodrenaggio in acqua per operate al seno, Biodanza, Arteterapia, Nordic walking, Supporto psicologico, Informazione alimentare, Yoga, Tisaneria al Day hospital. Per tutti, invece, è ripartita la proposta del “Camminacittà”, una passeggiata di circa otto chilometri che viene fatta ogni giovedì partendo, alle 19, da Prato Santa Caterina.
Per adesioni al corso e per informazioni telefonare a: 342 0488022 oppure al 340 9967046.

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti