Pubblicato il 10-02-2017 14:40
in Sociale | Visto 1.819 volte

Metti una giornata in farmacia

Sabato 11 febbraio torna la Giornata dellla raccolta del Farmaco. Un dono utile per non rinunciare alle cure

Metti una giornata in farmacia
Una richiesta che non smette di crescere, quella di farmaci da parte dei tanti enti convenzionati con il Banco farmaceutico che è aumentata, negli ultimi tre anni del 16%. Soltanto nel 2016, gli utenti complessivi sono cresciuti del 37,4% e gli enti sostenuti dalla Fondazione hanno aiutato il 12% dei poveri italiani. Ma le richieste non arrivano soltanto dagli indigenti veri e propri: come rivela l'ultimo Rapporto sulla povertà sanitaria realizzato da Banco farmaceutico e Osservatorio donazione farmaci, sono oltre 12 milioni gli italiani (per un totale di 5 milioni di famiglie) che per ragioni di tipo economico hanno dovuto tagliare sulle visite mediche o sugli esami di accertamento.

Per questo, d l’11 febbraio, torna, in più di 3.600 farmacie la Giornata di raccolta del farmaco. Partecipare è facile. Basta passare in farmacia ed acquistare un farmaco da banco. Un gesto che, lo scorso anno, ha raccolto 353.851 confezioni (per un controvalore di circa 2 milioni di euro), delle quali hanno beneficiato oltre 557.000 persone.

«Invito tutti coloro che possono permettersi una spesa di pochi euro» ha dichiarato Paolo Gradnik, presidente della Fondazione «ad andare in farmacia e donare col cuore; pensando a quanti – e spesso si tratta dei nostri vicini di casa – nel nostro Paese quella spesa non possono permettersela, anche se necessaria per poter stare bene: in Italia ci sono 4,6 milioni di poveri, molti dei quali non possono spendere neanche un euro per il ticket, sono privi del medico di base perché fuori da ogni contesto sociale, o sono anziani, lavoratori disoccupati, mamme sole e migranti che hanno perso tutto».

«La Giornata nazionale della raccolta del farmaco è un appuntamento molto sentito nelle farmacie» ricorda Annarosa Racca, presidente di Federfarma «i farmacisti e i volontari si adopereranno per aiutare il cittadino a scegliere i farmaci più adatti secondo le esigenze dell'ente assistenziale con cui la farmacia è direttamente collegata. Le farmacie doneranno inoltre 80 mila euro al Banco Farmaceutico, perché questa iniziativa possa proseguire la sua opera al sostegno degli enti assistenziali e quindi delle persone in difficoltà, fornendo loro i farmaci di cui effettivamente necessitano con donazioni mirate e senza sprechi».

Qui tutte le farmacie vicentine che aderiscono alla Giornata
www.bancofarmaceutico.org/default.asp?id=368&provincia=vicenza

    LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

    In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

    Più visti