Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 20-05-2013 16:58
in Politica | Visto 1.423 volte
 

Scettro punta sul “nuovo polo scolastico”

Il candidato sindaco di “Marostica con Scettro” lancia il progetto della nuova scuola. “E' il frutto di riflessioni e considerazioni sull'area scolastica del capoluogo”. “L'intervento non sarà a scapito delle scuole delle frazioni”

Scettro punta sul “nuovo polo scolastico”

Gianni Scettro: "Un progetto che dovrà essere condiviso con tutte le forze sociali"

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato, trasmesso in redazione da Gianni Scettro, candidato sindaco della lista “Marostica con Scettro” alle elezioni amministrative di Marostica del 26 e 27 maggio prossimi:

COMUNICATO

Riflessione sul polo scolastico della lista “Marostica con Scettro”

Il nostro è un programma concreto che segue quattro filoni tutti condivisi durante i mesi di preparazione del programma. La nostra esperienza e conoscenza di come è strutturato e come viene costruito un bilancio comunale ci ha consentito di realizzare un programma realistico anche in relazione all’attuale situazione economica.
I quattro filoni prevedono: il completamento delle opere già avviate e/o in avanzato stato di progettazione (messa in sicurezza ed apertura del camminamento di ronda, Politeama, rotonda di Via G. Cecchin, pista ciclabile di via Montello fino a Marsan, sistemazione di via Rialto e della laterale di via S. Antonio, definizione del PAT), il sostegno al sociale e alle nuove povertà (famiglia, lavoro, giovani, anziani, ecc.), le frazioni (interventi specifici per migliorare la qualità della vita) e nuovo polo scolastico.
Proprio su quest’ultimo voglio soffermarmi. Questo progetto è il frutto di riflessioni e considerazioni sull’area scolastica del capoluogo. Come tutti ben sanno ci sono due edifici, uno delle scuole e elementari ed uno delle scuole medie; sono entrambi edifici datati e molto dispersivi sia dal punto di vista della distribuzione degli ambienti che dal punto di vista dei consumi energetici.
Il nostro vuole essere un atto di responsabilità verso le future generazioni. Abbiamo circa 900 ragazzi che frequentano queste due scuole; riteniamo che ci sia la necessità di razionalizzare e modernizzare gli spazi. Dobbiamo creare degli ambienti accoglienti e sicuri, con un occhio di riguardo alla qualità e sostenibilità dell’intervento. Le nuove tecniche costruttive ci permetteranno di realizzare un edificio dai bassi consumi energetici grazie all’uso del fotovoltaico e del solare termico. La nostra idea è quella di riorganizzare anche la viabilità ed i percorsi nelle aree adiacenti all’area scolastica con un collegamento diretto ed in sicurezza con gli impianti sportivi.
Questo intervento non sarà a scapito delle scuole delle frazioni per le quali si continuerà l’opera di manutenzione ed ammodernamento, consapevoli che proprio le scuole delle frazioni sono quelle che sono più apprezzate dai genitori e che contribuiscono alla socializzazione delle famiglie.
Certo questo è un progetto che dovrà essere condiviso con tutte le forze sociali perché non potrà essere realizzato con un solo mandato elettorale anche se una volta avviata la progettazione si potranno chiedere finanziamenti allo Stato e alla Regione.

Gianni Scettro