Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 28-11-2019 09:35
in Incontri | Visto 387 volte
 

Firmato Canova

Sabato 30 novembre, al Museo civico, un incontro dedicato al volume che raccoglie il carteggio intrattenuto da Antonio Canova con i suoi numerosi interlocutori nell’anno 1814. A Possagno un instameet dedicato ai temi dell'accessibilità

Firmato Canova

Il Tempio canoviano di Possagno

Sabato 30 novembre, in sala Chilesotti, al Museo civico, ci sarà un incontro di presentazione dedicato al volume che raccoglie il carteggio intrattenuto da Antonio Canova con i suoi numerosi interlocutori nell’anno 1814.
Un appuntamento importante per approfondire oltre all’opera la temperie culturale degli anni in cui visse il grande artista di Possagno. Interverranno Gianni Venturi, presidente del comitato per l'Edizione Nazionale delle opere di Antonio Canova e i curatori del volume, Carlo Sisi e Silvio Balloni.
L’opera monumentale, che raccoglie scritti e carteggi dell’artista e che si articola nel suo complesso in 24 volumi, costituisce oltre che un prezioso oggetto di studio una lettura da apprezzare anche a piccole dosi per le sue digressioni, popolata com’è di tanti personaggi noti e meno noti nel mondo europeo dell’arte, della cultura e della storia nell’anno della caduta di Napoleone.
Con Canova, un salto nel passato, uno nel presente e un passo nel futuro: gli “Anniversari Canoviani 2019-2022”, organizzati dall’Opera Dotazione del Tempio Canoviano e dalla Fondazione Canova Onlus con il Comune di Possagno in vista delle celebrazioni che si concluderanno nel 2022, bicentenario della morte dell’artista, ha festeggiato lo scorso 11 luglio i duecento anni dalla posa della prima pietra del Tempio canoviano, e il 31 ottobre ha proposto un concerto di musica classica ospitato nel Tempio; sempre sabato 30 novembre, dalle ore 14.30, al Museo Gypsotheca di Possagno è in programma un instameet dedicato alla tematica dell’accessibilità.
L’obiettivo da perseguire nel presente e nel futuro prossimo è quello di rendere la visita al museo e alla gipsoteca un’esperienza inclusiva garantendo a tutti una visita ottimale; i principali interventi previsti nei luoghi del paese natale di Canova che ne custodiscono la memoria riguardano l’abbattimento delle barriere architettoniche, la creazione di percorsi tattili per i visitatori ipovedenti e la creazione di un’area che sviluppi la creatività dei più piccoli.