Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Danza

Schuhplattler motion

Operaestate “alla tirolese”: travolgente esibizione in piazza Libertà dei Tearna Schuchplattla, spiritosi interpreti della danza tradizionale del “battitore di scarpe”

Pubblicato il 24-08-2012
Visto 3.808 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Non c'erano palchi, né amplificatori, né riflettori. Tutto al naturale, sopra il nudo selciato di piazza Libertà a Bassano del Grappa. Ma sono bastati il primo giro di fisarmonica e il primo urlo gutturale lanciato in aria all'inizio delle danze per richiamare immediatamente, attorno all'inconsueto (da queste parti) spettacolo, un folto cerchio di spettatori.
I simpatici ragazzoni del Tearna Schuchplattla, gruppo bolzanino che tramanda la tradizione del Schuhplattler - la tipica danza bavarese e tirolese, per soli uomini, del cosiddetto “battitore di scarpe” -, hanno trasformato per mezz'ora il cuore della città in un vivace pezzetto di Sudtirolo.
La folcloristica formazione - in tenuta di ordinanza: cappellino tirolese, camicia bianca, zuava con bretelle e scarponi - ha così fornito alcuni esempi del repertorio più classico della rude e travolgente coreografia popolare, prima di trasferirsi al Garage Nardini per assistere alla performance “Folk's” di Alessandro Sciarroni, ispirata ai fenomeni e alle radici della danza folk tradizionale e elaborata proprio con la consulenza del gruppo altoatesino.

Foto Alessandro Tich

L'esibizione dei Schuchplattla ha infatti concluso, congiuntamente allo spettacolo di Sciarroni, il cartellone di Operaestate Festival Veneto: la kermesse delle “città palcoscenico” che da oggi passa il testimone al programma dei linguaggi innovativi di B.motion.
La “Schuhplattler motion”, dal canto suo, non ha fatto mancare nulla a un pubblico incuriosito e divertito: dai veloci girotondi coi battimani sulle ginocchia, cosce e scarpe; alla danza dei boscaioli sulle panche di legno; alla danza dei cappellini fino all'impetuosa danza degli schiaffi: sonori e vicendevoli ceffoni a ritmo di polka, da non provare a casa. Il tutto intervallato da urla fendi-orecchie e da reciproche pedate sul sedere dei pittoreschi performers.
Per rendere ancora più autentica l'atmosfera, alcuni pezzi di legno tagliato di fresco, posati sul pavimento della piazza, emanavano profumo di montagna.
Applausi e risate: è stato un successone. Con due würstel e una weizen, sarebbe stato il massimo.

Più visti

1

Attualità

25-02-2024

The Sound of Silence

Visto 10.002 volte

2

Attualità

25-02-2024

Robe di Tappa

Visto 9.921 volte

3

Attualità

24-02-2024

Un anno di Fulvio

Visto 9.843 volte

4

Attualità

23-02-2024

Facciamo sul Serio

Visto 9.819 volte

5

Cronaca

26-02-2024

Centro Schei

Visto 9.788 volte

6

Politica

24-02-2024

I Vernillez

Visto 9.685 volte

7

Politica

27-02-2024

Marinweek

Visto 9.549 volte

8

Attualità

26-02-2024

Eau de Toilette

Visto 9.465 volte

9

Politica

23-02-2024

Lista cinica

Visto 9.368 volte

10

Attualità

26-02-2024

DG La7

Visto 9.196 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 20.684 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.626 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.871 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.678 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.520 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.414 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.351 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 11.121 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.917 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.855 volte