Gianpaolo Giacobbo
bassanonet.it
Pubblicato il 19-05-2015 23:22
in Ambiente | Visto 2.569 volte
 

Il pensiero veronelliano a Palazzo Roberti

A Palazzo Roberti Sabato 23 maggio 2015 - ore 18 il seminario permanente Luigi Veronelli presenta un viaggio monogradico tra sensibilità e pensiero dedicato al rivoluzionario critico gastronomico.

Il pensiero veronelliano a Palazzo Roberti

Luigi Veronelli

Sabato 23 maggio, alle 18.00, tra gli stucchi e gli affreschi del seicentesco Palazzo Roberti, a Bassano del Grappa, il Seminario Permanente Luigi Veronelli presenta *Pastiche – Cultura materiale alla Veronelli, il volume che riunisce ricordi e progetti, citazioni e traduzioni, immagini e passioni di Luigi Veronelli, padre della critica gastronomica italiana e fondatore del Seminario Permanente. Luigi Veronelli è il punto di riferimento della critica enogastronomica italiana, l’unico che riesce a mettere d’accordo le innumerevoli scuole di pensiero legate al mondo del gusto. A Palazzo Roberti a Bassano ci sarà un’occasione più unica che rara in una serata tutta dedicata alla scoperta del pensiero veronelliano, attraverso dialoghi e riflessioni capaci di restituire la complessità, il fascino e l'attualità di un grande intellettuale del Novecento, a dieci anni dalla sua scomparsa. La Libreria Palazzo Roberti accoglierà, così, un laboratorio di pensieri, desideri e spunti che del cibo, del vino, dell’olio hanno fatto un punctum vitale, intelligente, felice, evolutivo, rileggendo alcuni passi della pubblicazione grazie alla partecipazione di Simonetta Lorigliola, curatrice di *Pastiche e collaboratrice del Seminario Veronelli, Gian Emilio Simonetti, intellettuale poliedrico, fondatore de La gola e tra i membri di Fluxus, autore di *Pastiche, Josko Gravner, vignaiolo eroico del Collio friulano/sloveno, Vittorio Gianni Capovilla, distillatore d’eccellenza in Rosà (VI), entrambi protagonisti di un’intervista nelle pagine di *Pastiche, nonché amici di Veronelli.
L’opera si presenta come una raccolta elegante e irriverente di linguaggi, pensieri e percorsi atti a raccontare la cultura gastronomica italiana in modo critico e innovativo, grazie alla penna e alla sensibilità di sedici autori, quali: Gianni Mura, Burton Anderson, Gianfranco Marrone, Ilaria Bussoni, Gigi Brozzoni, Gian Emilio Simonetti, Marco Noferi, Ciro Tarantino, Luigi Moio, La Terra Trema, J. A. Gonzalez Sainz, Marco Magnoli, Angelo Gaja, Josko Gravner, Gianni Capovilla, Joško Sirk.

«*Pastiche racchiude riflessioni fertili e antimonumentali dedicate al più grande assaggiatore del Novecento. Un percorso di conoscenza che si snoda tra passato, presente e futuro grazie a sedici punti di vista, sedici sguardi capaci di connettere all'attualità il pensiero elaborato da Luigi Veronelli in mezzo secolo di attività giornalistica. Senza cedere a commemorazioni retoriche, la ricorrenza del decennale diventa un'occasione per riscoprire i fondamenti del suo approccio: la gastronomia come cultura e la contadinità come progetto sociale. Attorno a questi temi, presso la Libreria Palazzo Roberti, ospiti e autori straordinari daranno vita a letture controcorrente, divagazioni culinarie e dialoghi informali capaci di restituire la complessità e le potenzialità del pensiero veronelliano» - ha anticipato Andrea Bonini, direttore del Seminario Permanente Luigi Veronelli.

Intervengono

Simonetta Lorigliola, curatrice

Gian Emilio Simonetti, intellettuale tra gli autori di Pastiche

Josko Gravner, vignaiolo

Vittorio Gianni Capovilla, distillatore