Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 25-11-2017 18:06
in Attualità | Visto 2.163 volte
 

Lorenza al quadrato

Il progetto “Bassano Km Quadro” ha un direttivo e un presidente: è l'ex assessore comunale Lorenza Breda. Vicepresidente è Francesco Bernardi, già presidente del raggruppamento dell'Associazione Industriali

Lorenza al quadrato

Lorenza Breda (foto: archivio Bassanonet)

Toh, chi si rivede. Lorenza Breda, ottimo assessore al Sociale dell'Amministrazione Cimatti, ritorna a ricoprire un ruolo nella vita pubblica di Bassano.
Non un ruolo istituzionale però, ma di volontariato attivo.
È lei infatti il neoeletto presidente del nuovo direttivo del progetto, e futura associazione, “Bassano Km Quadro”: l'iniziativa che vede attualmente uniti 32 commercianti e operatori del centro storico in un lavoro di gruppo per la promozione dell'immagine del salotto cittadino e quindi della città intera.
E come ogni direttivo che si rispetti, c'è anche un vicepresidente.
Si tratta di Francesco Bernardi, manager e imprenditore, già presidente del raggruppamento di Bassano del Grappa di Confindustria Vicenza, già amministratore delegato del gruppo Vitec Manfrotto e oggi a capo dell'azienda di “corporate wellbeing” Blumantra, da lui fondata. Del direttivo fanno parte altri cinque componenti: Damiano Salmeri, Lavinia Manfrotto, Lorenza Manfrotto, Mario Bonamigo e Federico Parise.
È la prima novità della “pausa operativa” che riguarda attualmente l'attività del gruppo.
“Abbiamo pensato - riferisce al vostro cronista Federico Parise, promotore storico e portavoce del progetto - che siccome il Km Quadro è partito in pompa magna, come ha scritto lei, è stato fatto uno spot che ha generato un entusiasmo percepito da tutti, anche all'esterno. La mossa successiva è stata quella di capire gli obiettivi di questo metterci assieme. Con la presentazione ufficiale abbiamo dato un volto al progetto, ora è stato il momento di mettere qualcosa di fondamentalmente sicuro per le persone desiderose di entrare in questo gruppo appassionato di Bassano.”
E quel “qualcosa”, appunto, è stata la costituzione di un direttivo a cui spetta il compito di gestire l'auspicata crescita del sodalizio.
“Abbiamo cercato - continua Parise - di essere affiancati da una persona al di fuori del mondo del commercio, ma che vive in questa città e la ama. La presidente Lorenza Breda proviene dalla passata Amministrazione e conosce i meccanismi dell'orologio del potere per poterci consigliare. Come vicepresidente abbiamo scelto invece un uomo, come Francesco Bernardi, che vive in centro storico da 25 anni, con trent'anni di esperienza nel settore marketing e comunicazione e proveniente da una famiglia di commercianti.”
“Noi abbiamo bisogno di persone così - aggiunge il promotore del progetto -. Appassionati di Bassano, che danno il loro contributo a titolo gratuito perché da noi non c'è nessun gettone. Sia Lorenza Breda che Bernardi già pensavano ad una concetto bassanese di Km Quadro.” Vale a dire?
“L'obiettivo, prima ancora di comunicare la città - precisa Parise -, è quello di essere una buona comunità operativa per accogliere chiunque metta piede a Bassano, che vede in noi una grande e bella cittadina di persone sorridenti, che si salutano, si conoscono e condividono le esperienze.”
Nel frattempo, in viste delle prossime attività, cambia il referente del progetto per quanto riguarda la comunicazione e la strategia generale di relazioni esterne.
All'agenzia Officine micrò di Romano d'Ezzelino, che aveva curato il lancio di “Bassano Km Quadro” e coordinato l'attività del gruppo, subentra ora l'agenzia Ey Studio di Vicenza. “Nella fase di start-up - afferma quello che resta comunque “mister Km Quadro” - Officine micrò ha svolto un lavoro capace ed ammirevole. Sono stati loro stessi ad indicarci un nuovo interlocutore con il quale ampliare le strategie, che proseguiranno comunque sulle linee già tracciate.”
Con l'occasione lo scoppiettante esercente di vicolo Bastion mette nuovamente in chiaro che l'attività del progetto, come potrebbe apparire da fuori, non è in fase di annunciata chiusura. “Non siamo moribondi - puntualizza -. Smentisco nuovamente la chiacchiera del moribondo.” E visto che allora Bassano Km Quadro viene presentato come vivo e vegeto, chiedo al componente del direttivo, una volta annunciate le cariche del medesimo, quali siano i prossimi step operativi del progetto ovvero se ci sia qualcosa in vista.
“Suspense, calma - risponde -. Tutto a tempo debito.”
Su questa cosa Federico Parise fa il temporeggiatore, come Quinto Fabio Massimo, lasciandoci nuovamente in sospeso.