Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 01-12-2016 17:40
in Attualità | Visto 1.710 volte
 

Cassola: la Provincia frena sull'iter per il nuovo centro commerciale in via Valsugana

La Provincia frena sull'iter per la realizzazione del nuovo centro commerciale di via Valsugana a Cassola e stabilisce che il progetto sia sottoposto alla procedura di Valutazione di impatto ambientale completa e non, come si era proposto inizialmente, ad un semplice "screening". La decisione è stata comunicata ieri ai privati promotori dell'opera e al Comune di Cassola nel corso di una riunione a Palazzo Nievo, a Vicenza.
I membri della commissione VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) hanno inoltre evidenziato alcune carenze rilevate sul progetto per la nuova struttura di vendita, che dovrebbe sorgere a due passi da Bassano Expo.
“In primis - spiega l'assessore all'urbanistica Giannantonio Stangherlin - non c'è l'approvazione, da parte del nostro Comune, della variante al Piano urbanistico attuativo originario. Conseguentemente manca anche la Valutazione ambientale strategica per quello specifico intervento.”
“Inoltre, - prosegue - come già avevamo fatto presente anche noi, non è stato adeguatamente valutato l'impatto del nuovo insediamento commerciale rispetto al traffico, ai rumori e agli scarichi fognari.”
E ancora: secondo la Provincia è prevista un'estensione eccessiva di parcheggi drenanti e la progettazione architettonica allo stato attuale è ad un livello che non consente di valutare l'impatto paesaggistico.
La Commissione VIA provinciale ha pertanto nuovamente invitato i privati a tenere in considerazione le osservazioni dei due Comuni più coinvolti nella questione, ovvero Cassola e Bassano del Grappa, che confina con l'area su cui dovrebbe sorgere il centro commerciale. “In sostanza - chiarisce l'assessore Stangherlin - la Provincia ha esortato i proprietari dell'area a trovare un punto di equilibrio con le Amministrazioni locali in maniera da evitare che le osservazioni già fatte dai Comuni debbano poi essere riformulate in sede di VIA.”
Il Comune di Cassola già ieri, in replica alle integrazioni dei proponenti, ha depositato una nota scritta in cui si ribadiscono le criticità già evidenziate e si insiste sull'inopportunità di realizzare, in quella zona, un altro discount.