Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 26-09-2016 13:49
in Attualità | Visto 4.014 volte

Quando il troppo storpia

Quattro manifestazioni nel weekend in centro a Bassano. Duro intervento del presidente dei commercianti Alberto Borriero: “Manca un’agenda condivisa degli eventi e la promozione coordinata delle iniziative”. E sul truck food…

Quando il troppo storpia

L'inaugurazione della "Città dello Sport" sabato pomeriggio in piazza Libertà, prima dell'arrivo del Rally (foto Alessandro Tich)

Quando il troppo storpia.
Questa volta Alberto Borriero, presidente della delegazione comunale dei commercianti di Bassano del Grappa, ha lasciato da parte il suo riconosciuto aplomb. Affidando a un comunicato stampa trasmesso in redazione parole di forte critica per l’overdose di eventi e manifestazioni organizzate nell’ultimo fine settimana a Bassano (Rally Città di Bassano, Città dello Sport, Capra e Cavoli e truck food con il cibo da strada) rispetto alle quali “l’offerta sovrabbondante non ha fatto registrare un ugual riscontro in termini di qualità”, non si sono rilevati “aumenti rispetto al solito” e l’indotto complessivo “si è mantenuto su livelli standard”. In altre parole: tante cose in contemporanea, ma non supportate da una adeguata comunicazione, e affari “stazionari” per commercianti ed esercenti del centro.
Nell’occasione, Borriero affonda il coltello sulla manifestazione del truck food in piazza: “Evento pluri-inflazionato, presente in ogni occasione, che tra rumori, odori e poca originalità, mal si adatta ad un contesto come Piazza Garibaldi.”
Di seguito riportiamo integralmente il comunicato del presidente dei commercianti di Bassano:

COMUNICATO

QUANDO TROPPO E QUANDO TROPPO POCO

Questo fine settimana è stato particolarmente ricco di eventi proposti in centro a Bassano del Grappa articolati tra il tradizionale “Rally Città di Bassano”, la “Città dello Sport”, la manifestazione “Capra e Cavoli” per finire con il truck food in Piazza.
Un’offerta sicuramente sovrabbondante che però, non ha fatto registrare un ugual riscontro in termini di “qualità”.
Sicuramente il “rally” rappresenta una manifestazione di primaria importanza per la nostra città, con una storia ed una tradizione che devono essere sostenuti e con un potere attrattivo di appassionati e curiosi di tutto rilievo.
Positiva anche l’esperienza organizzata con la “Città dello sport” che sempre porta allegria attirando bambini e genitori in Prato Santa Caterina.
Bene anche “Capra e Cavoli” che è ritornata in centro con le stesse dinamiche che l'avevano vista nascere anche se l’evento non è stato supportato da un’adeguata campagna di comunicazione e promozione.
Gli eventi organizzati in città, infatti, dovrebbero sempre far registrare un aumento di visitatori e turisti e sarebbe bello che l’Amministrazione, in fase autorizzativa, reclamasse un piano di comunicazione adeguato alle proporzioni dell’evento.
Da quanto ci è stato possibile constatare, non si sono rilevati aumenti rispetto al solito e nonostante la grande quantità di eventi, l’indotto complessivo si è mantenuto su livelli standard.
Nota negativa invece per quanto riguarda il truck food, evento pluri-inflazionato, presente in ogni occasione, che tra rumori, odori e poca originalità, mal si adatta ad un contesto come Piazza Garibaldi.
Simili eventi in futuro dovrebbe essere quantomeno pensati in una location diversa fuori dalle mura del centro, in aree ed in contesti urbani più adeguati e meno impattanti.
Pensiamo quindi che sia divenuto necessario ed urgente riprendere le fila di un progetto già “in cantiere” e che è rappresentato dalla “Agenda condivisa degli eventi” che, sfruttando le moderne tecnologie, potrebbe garantire standard organizzativi più efficienti, interessanti sinergie e soprattutto una promozione coordinata delle iniziative cittadine.

Il Presidente
della delegazione comunale
Alberto Borriero

Più visti